Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

20 Set
Vota questo articolo
(0 Voti)

Intervista all'autore - Giuseppe Livrizzi -

Che cos’è per Lei scrivere, quali emozioni prova?
Scrivere per me suscita emozioni e nel contempo mi rilassa. Scrivere per me è prima di tutto ricordare, rivivere il passato spesso in una luce diversa, più pacata anche riguardo a fatti ed esperienze non positive.
 
Quanto della sua vita reale è presente in questo libro?
Moltissimo. I contenuti dei racconti sono stati comunque una scelta precisa, anche lo stile della narrazione: cercare di riuscire 'leggero' era uno dei miei obiettivi. Questo si rivela chiaramente nella scelta dei racconti.
 
Riassuma in poche parole cosa ha significato per Lei scrivere quest’opera.
È stato un piacevole passatempo. Comunque i vari racconti sono stati scritti nell'arco di parecchi anni, lasciati e ripresi più volte, senza la precisa originaria intenzione di pubblicarli.
 
La scelta del titolo è stata semplice o ha combattuto con sé stesso per deciderlo tra varie alternative?
La scelta del titolo è stata quasi immediata, sia per il periodo difficile che stiamo attraversando (vedi Covid), sia perché avevo bisogno di pensare a fatti, situazioni per quanto possibile divertenti, che mi distogliessero la mente dal presente.
 
In un’ipotetica isola deserta, quale libro vorrebbe con sé? O quale scrittore? Perché?
Difficile immaginarmi in un'isola deserta! Sceglierei comunque libri di avventure ad es. 'Robinson Crusoe '. Classici, libri di filosofia sociologia ecc. ne ho letti abbastanza! 35 anni di insegnamento non sono pochi!
 
Ebook o cartaceo?
Gli uni e gli altri, ma, anche per la mia età e la mia vita nel mondo della scuola, mi trovo meglio col cartaceo.
 
Quando e perché ha deciso di intraprendere la carriera di scrittore?
Non penso a una mia carriera di scrittore. Certo mi piacerebbe che il mio libro fosse letto. Ho pubblicato altre opere di narrativa e di storia, ma non ho mai pensato al grande successo, che sia in passato e specialmente oggi è dato, certamente anche dalla validità dell'opera, ma soprattutto da tv e mass media.
 
Come nasce l’idea di questo libro? Ci racconterebbe un aneddoto legato alla scrittura di questo romanzo?
Voglia di evadere dalla vita di tutti i giorni, ricerca di svago e di libero sfogo della fantasia, anche se i richiami alla vita vera sono inevitabili. Ispiratore principe di tanti racconti è stato il mio caro amico Peppe, protagonista di parecchi scherzi anche nei miei confronti.
 
Cosa si prova a vedere il proprio lavoro prendere corpo e diventare un libro?
Provo una certa emozione, anche nell'attesa della pubblicazione. Spero ovviamente che esca in una bella edizione, raffinata ed elegante.
 
Chi è stata la prima persona che ha letto il suo libro?
Non una, ma tante persone: amici, parenti ai quali ho letto qualche racconto scelto a seconda del contesto e del momento.
 
Cosa ne pensa della nuova frontiera rappresentata dall’audiolibro?
Non saprei. Parecchi anni fa ho comprato una collana di cd con le opere dei più importanti scrittori della letteratura mondiale. Sono rimasti nel cassetto. Rimango legato al libro, che posso portare sempre con me, leggerlo quando voglio e il solo pensiero di sfogliarlo mi dà spesso sollievo e conforto.

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 


Lasciaun commento

 

Ultimi Commenti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)