Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

13 Ago
Vota questo articolo
(0 Voti)

Intervista all'autore - Paolo Marchiori -

Che cos’è per Lei scrivere, quali emozioni prova?
Non posso parlare, quindi per me scrivere è vita, quando lavoravo non avevo del tempo per scrivere e leggere, poi è arrivata la malattia ed è cambiato tutto.
Diciamo che nel 2008 ho fatto un pellegrinaggio a Lourdes e ha trasformato tutta la mia vita, sono uscite, altre potenzialità e ho scritto la mia prima testimonianza, Il Senso della vita, e vedevo che tutti me la chiedevano, quindi ho capito che potevo fare del bene solo con una testimonianza scritta, e questo faceva stare bene anche a me. Per cui scrivere per me è trasmettere agli altri, le proprie riflessioni positive che fanno bene a tutti, e normalmente tutte le testimonianze che ho fatto sia scritte che a voce, in tutte mi emozionavo di gioia, perché parlavo di me stesso e della mia interiorità. Scrivere per me è vita, è tutto perché non potendo parlare a causa di una malattia che mi sta paralizzando tutto, è rinascere ed è diventato un trasmettere positività e questo mi fa molto bene e mi fa sentire vivo.
 
Quanto della sua vita reale è presente in questo libro?
Sicuramente, l'amore, quando si ama tutto è diverso e si affronta ogni problema diversamente, c'è anche Inik, una vecchia conoscenza da giovane che veniva, a fare le vacanze in Italia essendo olandese, per tre anni ci siamo incontrati, era molto bella. Poi c'è la malattia, il piacere di cucinare soprattutto lo spiedo Bresciano, e poi lo scritto su pergamena che è veramente un messaggio che ho ricevuto dalla Madonna ma è difficile dimostrare la sua verità, c'è un po' di ironia che fa parte della mia persona, e anche il lago Bongi dove una mia amica aveva una casetta da fiaba
 
Riassuma in poche parole cosa ha significato per Lei scrivere quest’opera.
Un traguardo impensabile, perché non era mia intenzione fare un libro, a volte scrivo piccoli racconti è questo mi è venuto da solo senza pensare. Ma più che altro, non avrei mai pensato di fare un libro, perché da giovane nella materia di italiano avevo sempre l'insufficienza o rimandato a settembre. Posso aggiungere che quando rileggo alcuni dei miei scritti, mi meraviglio e mi emoziona di come esprimo certe riflessioni, per cui questo libro per me ha un grande significato, perché inaspettato perché non era nei miei pensieri.
 
La scelta del titolo è stata semplice o ha combattuto con sé stesso per deciderlo tra varie alternative?
Posso dire con sincerità, che mi è venuto tutto spontaneo senza pensare più di tanto
 
In un’ipotetica isola deserta, quale libro vorrebbe con sé? O quale scrittore? Perché?
Sicuramente un libro che ti dà consigli di come vivere su un’isola deserta per sopravvivere, con uno scrittore che fa documentari sulla sopravvivenza in ogni luogo tutto questo per imparare le cose da fare per vivere su un’isola.
 
Ebook o cartaceo?
Diciamo che Ebook rispetta di più l'ambiente, e chi viaggia molto che ha un tablet o computer può caricare più libri, per cui elimina gli spazi, che occuperebbero i li libri. Per me il cartaceo, è più emozionante con suo segna pagina, e poi oggi possiamo riciclare la carta, per cui scelgo il cartaceo, dato che non viaggio
 
Quando e perché ha deciso di intraprendere la carriera di scrittore?
Diciamo che non posso dire di intraprendere una vera carriera, ma questo libro lo scritto molto velocemente per non pensare a tutti i miei pensieri negativi, da quando sono uscito dall'ospedale perché ho subito una tracheostomia, ma ho già quasi un libro scritto di storia d'amore che ho vissuto, fatta anche di email, ma inserire le email non è semplice.
. Ma posso dire, che ho iniziato a scrivere nel 2008ma solo riflessioni e testimonianze gratuitamente anche poesie
 
Come nasce l’idea di questo libro? Ci racconterebbe un aneddoto legato alla scrittura di questo romanzo?
Ci sono diversi aneddoti, mi piaceva molto cucinare lo spiedo Bresciano. Inik una conoscenza da giovane, olandese, mi ha spezzato il cuore perché era molto bella, e l'amore per la natura, la montagna e le malghe.
L'idea di questo libro è stata una poesia piuttosto lunga sul lago Bongi che avevo fatto per fare gli auguri di Natale alle persone più vicine a me
 
Cosa si prova a vedere il proprio lavoro prendere corpo e diventare un libro?
Un traguardo inaspettato, perché non era nei miei programmi, e poi lo inviato senza nessuna aspettativa e sentire il giudizio di esperti
Comunque si prova una grande soddisfazione soprattutto per me per la mia scarsa scrittura da giovane
 
Chi è stata la prima persona che ha letto il suo libro?
È stata mia sorella ma credo che non abbia letto le ultime tre o quattro pagine, mi ha solo detto che si parla molto del mangiare, ma non mi ha dato un vero giudizio, me lo dirà quando lo avrà finito di leggere
 
Cosa ne pensa della nuova frontiera rappresentata dall’audiolibro?
È come sentire una canzone con le cuffie, o andare ad un concerto, ma la ritengo una innovazione soprattutto per i non vedenti, comunque prima di dare un giudizio dovrei provare

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 


Lasciaun commento

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)