Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

06 Mag
Vota questo articolo
(1 Vota)

Intervista all'autore - Leolin Gloor -

Parliamo un po’ di Lei, dove è nata e cresciuta?
Sono nata è cresciuta in provincia di Torino.
 
Che libro consiglierebbe di leggere ad un adolescente?
Partiamo dal fatto che gli adolescenti di oggi sono molto più esigenti nella lettura di come lo erano quelli dei miei tempi.
Io direi che comunque consiglierei a tutti di leggere Pirandello , Shakespeare, Oscar Wilde e Primo Levi che non fa male un po' di vecchia letteratura scrittori diversi ma tutti importanti per la cultura della persona.
Penso che hai ragazzi di oggi vada concesso la possibilità di sognare in modo sano e positivo visto il periodo che abbiamo e si sta ancora subendo e sperando di superarlo dunque consiglio tutto ciò che può far sorridere e spronare la loro positività nel guardare il proprio futuro.
Detto questo l'importante che leggano .
Poi se vogliono leggere Piccole Donne o Harry Potter o Moby Dick consiglio di leggerlo sia in Italiano che in Inglese .
 
Cosa pensa della progressiva perdita del libro cartaceo a favore dell’ eBook?
Non mi piace perché io amo i libri il loro profumo ,le copertine vederli in giro per casa entrare in una biblioteca o libreria dove hai l'imbarazzo di scelta dove si fa anche del sociale condividi pensieri con altri amanti della lettura, insomma un po' alla vecchia maniera.
Diciamo che l'eBook è comodo, pratico ma il libro cartaceo è pura passione.
Penso che l'eBook debba essere utilizzato nelle scuole in modo che questi poveri ragazzi abbiano zaini meno pesanti e nessuno può dire ho dimenticato il libro.
E bene che invece la scrittura resti manuale sui quaderni.
 
La scrittura è un colpo di fulmine o un amore ponderato?
Colpo di Fulmine nato grazie ad un compito assegnatomi dalla Maestra Marina alle elementari ovviamente era uno di quei tempi da fare a casa nel fine settimana ,e mi piacque molto a tal punto da avere un vero è proprio amore a prima vista.
Nel tempo e con il tempo questo amore è cresciuto ,sono stata fortunata ho avuto una Maestra straordinaria .Lei ci diede quattro personaggi e ci lasciò la libertà di immaginarli e scrivere una storia su di loro e fulmine fu'.
 
Cosa l’ha spinta a scrivere questo libro?
Quando ero bambina amavo immaginarmi in situazioni diverse dalla mia ,non perché mi mancasse qualcosa ma per pura curiosità ,ero curiosa di sapere che cosa si provasse a vivere in altre situazioni, poi con il crescere ho avuto esperienza poco gradevoli ,una salute che non fa scintille e in alcune situazioni mi rifugiavo scrivendo di vite immaginate e poi mi è nata l'idea di realmente scrivere questa storia che il lettore andrà a conoscere leggendo romanzo dopo romanzo.
 
Quale messaggio vuole inviare al lettore?
Mi piacerebbe diventare amica di ognuno dei lettori e non potendo farlo per ovvi motivi farò l'amica che tiene compagnia a chiunque ne abbia bisogno.
In questi romanzi ci sarà un messaggio di valori come la verità, la semplicità, il come a volte la vita porta sorprese e non sempre sono belle ,la forza di non soccombere ,la fede sempre ,il coraggio di affrontare le proprie paure ,il coraggio di accettare la propria fragilità, il non mollare mai e l'amore che può essere diverso da come a volte lo si immagini ,credere in se stessi e accettare qualche realtà e lottare per ottenere giustizia, accettare l'innocenza dell'ignoranza e non smettere mai d'imparare per migliorare. E ovviamente non può mancare il SORRIDERE SEMPRE.
 
La scrittura era un sogno nel cassetto già da piccola o ne ha preso coscienza pian piano nel corso della sua vita?
Come ho detto in precedenza è diventato il mio sogno nel cassetto già da piccola e poi nel percorso della mia vita ho capito che si poteva fare, non bisogna ma smettere di credere in se stessi a volte passa del tempo ma l'importante non smettere di credere.
 
C’è un episodio legato alla nascita o alla scrittura del libro che ricorda con piacere?
Con piacere no direi di no, in passato ho subito un intervento delicatissimo dove purtroppo la percentuale di sopravvivenza era poca ,il buon Dio e il neurochirurgo mi hanno dato un’altra possibilità e ho campito che dovevo darmi da fare così ho iniziato a scrivere ma non ho mai avuto il coraggio di mettermi in gioco poi a distanza di anni è arrivato il covid che per mia fortuna non ho preso ma questo ha dato la spintarella giusta per affrontare la mia paura e grazie alla BookSprint oggi realizzo il mio sogno dunque Grazie.
In questo periodo ho avuto modo di pensare a quante volte l'essere umano ha dovuto affrontare nell'arco degli anni varie pandemie e con la mia immaginazione ho realizzato questo romanzo che viaggia nel tempo in diversi periodi d'epoca e con situazioni varie, mettendo in mostra diversi eventi dell'intera umanità poi racchiusa in singoli personaggi ,il romanzo si suddivide in più racconti ma in ognuno c'è una vita romanzata .Dunque questo è il primo.
 
Ha mai pensato, durante la stesura del libro, di non portarlo a termine?
No mai.
 
Il suo autore del passato preferito?
Pirandello, Shakespeare, Catullo....Io amo un po' tutta la letteratura mi piace leggere tutto mi piacciono molto anche alcune scrittrici contemporanee.
Leggo sia romanzi rosa noir ma anche quelli basati su eventi della storia e devo dire che in tanti sono bravi a scrivere e a descrivere ciò che negli anni ho avuto il piacere di leggere.
 
Cosa ne pensa della nuova frontiera rappresentata dall’audiolibro?
È meravigliosa e come andare su Marte, trovo che sia molto utile perché così tutti possono conoscere un romanzo non ci sono più scuse, a parte la battuta trovo sia un passo in avanti.

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 

Sabato, 07 Maggio 2022 | di @BookSprint Edizioni

Lasciaun commento

 

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)