Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

23 Feb
Vota questo articolo
(1 Vota)

Intervista all'autore - Pietro Crobe -

Che cos’è per Lei scrivere, quali emozioni prova?
Scrivere per me vuol dire abbandonare questo mondo per trovarne un altro. È un modo per liberarmi dei miei vecchi vestiti e indossarne degli altri nuovi, ma soprattutto scrivere per me è gioia e dolore, è un turbinio di emozioni che creano un vortice che mi rapisce. Provo emozioni che riescono a portarmi lontano per poi riportarmi a casa per poi ripartire senza pagare il biglietto.
 
Quanto della sua vita reale è presente in questo libro?
Non ha niente a che vedere con la mia vita reale se non una breve parentesi iniziale dove racconto le mie esperienze da lavapentole in un hotel dell’isola d'Elba. Il resto è frutto della mia fantasia.
 
Riassuma in poche parole cosa ha significato per Lei scrivere quest’opera.
Scrivere questo romanzo è stato come un colpo di fulmine, ho imparato ad apprezzare il silenzio che cercavo ogni qual volta sfioravo i tasti del mio computer ho amato la pioggia il sole e ho scoperto che dentro di me c’è un fratello che mi vuole bene e non mi lascia mai da solo.
 
La scelta del titolo è stata semplice o ha combattuto con sé stesso per deciderlo tra varie alternative?
Il titolo poco ha a che vedere con il personaggio principale o meglio, ogni tanto appare e scompare. Mi piaceva l’idea del personaggio non personaggio e ho combattuto poco perché il titolo fosse quello. Quindi no, è stato semplice e quasi immediato.
 
In un’ipotetica isola deserta, quale libro vorrebbe con sé? O quale scrittore? Perché?
Non ho dubbi: Emilio Salgari e tutti suoi romanzi
 
Ebook o cartaceo?
Se a parlare fosse il mio animo romantico, direi cartaceo ma viviamo nell’era del progresso e quindi, anche per accontentare resto del mondo, direi metà e metà.
 
Quando e perché ha deciso di intraprendere la carriera di scrittore?
Sinceramente non ricordo di aver preso tale decisione, il perché però mi è molto più chiaro. Facevo parte di un gruppo musicale chiamato Janas, ero anche uno dei solisti e dopo 7 album pubblicati, l’autore dei testi e delle musiche lascia il gruppo e così io scrissi i testi per il nuovo percorso che abbandonai appena dopo per dedicarmi a un mio progetto da solista scrivendo la maggior parte dei testi.
 
Come nasce l’idea di questo libro? Ci racconterebbe un aneddoto legato alla scrittura di questo romanzo?
L' idea iniziale era quella di raccontare la storia del gruppo musicale con cui ho passato ben 23 anni, ma più andavo avanti con la stesura e più perdevo entusiasmo. Una sera d'inverno mentre cercavo di ricordare aneddoti e storie da buttare giù, iniziò un temporale violentissimo con tuoni e lampi. Tubi di scarico di grondaie che suonavano sotto i colpi violenti del vento e da quel momento cambiò tutto: da storia vera diventò fantasia e sogno.
 
Cosa si prova a vedere il proprio lavoro prendere corpo e diventare un libro?
È un'emozione indescrivibile. Sembra di stare in un limbo in attesa di essere liberato, ma è la felicità più appagante che si possa ricevere e il regalo più bello che mi potesse capitare.
 
Chi è stata la prima persona che ha letto il suo libro?
Feci leggere la bozza del romanzo ad una mia amica pittrice che mi incoraggiò tantissimo e mi spinse a spedire il manoscritto.
 
Cosa ne pensa della nuova frontiera rappresentata dall’audiolibro?
Ho rispetto per chi cerca nuovi canali per divulgare qualsiasi tipologia di notizia, mi piace l’idea che sia qualcuno a leggere al posto mio o al posto di un padre che legge le favole a un figlio, senza contare che c'è chi non può leggere coi propri occhi per gravi motivi, perciò lo trovo molto utile e innovativo.

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 


6 COMMENTI

  • Link al commento Giuliano inviato da Giuliano

    Pietro, grazie per questa tua opera e per la tua intervista.

    Lunedì, 04 Aprile 2022 17:09
  • Link al commento Gabriele Porcedda inviato da Gabriele Porcedda

    Complimenti Pietro, non vedo l’ora di leggerlo. Non sono un gran lettore ma questo mi interessa!
    Bella intervista!!

    Mercoledì, 09 Marzo 2022 22:25
  • Link al commento Pedrus inviato da Pedrus

    Grazie a tutti

    Sabato, 26 Febbraio 2022 08:18
  • Link al commento Pedrus inviato da Pedrus

    Grazie a tutti

    Sabato, 26 Febbraio 2022 08:18
  • Link al commento Pietro crobe inviato da Pietro crobe

    Grazie di cuore a chi lascerà un commento su questa intervista

    Venerdì, 25 Febbraio 2022 11:20
  • Link al commento Marianna basciu inviato da Marianna basciu

    Bellissimo libro, conosco molto bene pietro crobe, e stato sempre un sognatore, vivendo nel suo mondo fantastico, sensibile e anche un po' fuori dagli schemi, complimenti ho letto il libro, molto bello.

    Giovedì, 24 Febbraio 2022 21:04

Lasciaun commento

 

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)