Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

14 Feb
Vota questo articolo
(0 Voti)

Intervista all'autore - Paolo Urgesi -

Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittore?
Vengo dalla campagna, abito in una cittadina dove, a quanto mi dicevano i miei professori, la gente veniva negli anni '50 per purificarsi dallo smog di città già industrializzate, si chiama Ceglie Messapica, ma nella mia vita ho girato un po' l'Italia, sono stato a Lecce per l'università, poi c'è stato il covid, e poi sempre per l'università mi sono trasferito a Torino dove sto vivendo per altri 4 mesi, ma il mio sogno è un anno pieno di viaggi per il mondo, ho deciso di diventare scrittore a 18 anni, discutendone con mio fratello, volevamo trasmettere entrambi il mondo che avevamo immaginato a più persone, e abbiamo scoperto il nostro talento
 
Nell’arco della giornata qual è il momento che dedica alla scrittura?
La sera alle sei, se non c'è nessuno intorno a me, ho l'ispirazione e non sto guardando una serie tv (O un film della Marvel Cinematic Universe)
 
Il suo autore contemporaneo preferito?
Se come contemporanei intendete dal 2000 a oggi, direi J.K. Rowling, Daniele Doesn't Matter e Barbascura sono i miei tre autori preferiti e non mi chiedete di scegliere perché non saprei scegliere tra i tre
 
Perché è nata la sua opera?
Per fuggire dal mondo in cui vivevo, creandone uno mio, ispirare le persone e raccontare una buona storia
 
Quanto ha influito nella sua formazione letteraria il contesto sociale nel quale vive o ha vissuto?
Viviamo in un'epoca dove col CGI, puoi creare moltissime storie, quindi direi che l'epoca ha influito moltissimo, il contesto sociale ha influito nella creazione dei personaggi e la formazione letteraria, a introdurre personaggi storici nel libro, romanzati come nella letteratura, soprattutto quella inglese
 
Scrivere è una evasione dalla realtà o un modo per raccontare la realtà?
Un'evasione da questa realtà verso una diversa realtà, molto simile ma migliore per certi versi
 
Quanto di lei c’è in ciò che ha scritto?
I due protagonisti del libro sono basati completamente su di me, il loro carattere è il mio, è come se fossero la versione migliore di me, ciò che vorrei essere
 
C’è qualcuno che si è rivelato fondamentale per la stesura della sua opera?
Mio fratello sicuramente, poi anche la mia casa editrice
 
A chi ha fatto leggere per primo il romanzo?
Mio Fratello che conosce tutta la storia
 
Secondo lei il futuro della scrittura è l’ebook?
Punterei sull'audiolibro più che sull'ebook, ormai la gente guarda solo serie tv, film, ascolta audiolibri, ma non legge e lo so perché studio questa società dall'università di Sociologia e ne faccio parte anch'io, anche se l'ebook rappresenta un primo passo verso la rivoluzione tecnologica che può aiutare col problema di deforestazione per creare libri stampati su carta
 
Cosa ne pensa della nuova frontiera rappresentata dall’audiolibro?
È il secondo passo della rivoluzione tecnologica e poi ascoltare un libro è anche la chiave per capire come si sente l'autore mentre scrive, un po' come il film o la serie de "Una Serie Di Sfortunati Eventi"

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 


Lasciaun commento

 

Ultimi Commenti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)