Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

29 Nov
Vota questo articolo
(0 Voti)

Intervista all'autore - Sara Ravelli -

Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittrice?
Sono una ragazza semplice, le mie origini sono italiane ma nel complesso mi piace definirmi nativa del mondo e originaria di un periodo sociale in cui la complessità degli eventi ci porta ad essere tutti sullo stesso piano sia nella quotidianità che nelle relazioni che si creano in un complesso gioco di amicizie.
Più che una mia decisione, scrivere è uno sfogo e una passione che nasce dal mio desiderio di coinvolgere ed esprimere al lettore semplici o anche complicati pensieri o ragionamenti che si sviluppano nel racconto fantasy, come per il libro "La squama degli abissi" dove lascio la possibilità a chi legge di evadere col proprio pensiero da un intricato contesto di regole sociali.
Il mio obiettivo è di creare attraverso il testo e la trama, un ragionamento e di conseguenza una possibilità, dettata dalla "scelta".
Quello che di conseguenza mi porta a scrivere è un sentimento positivo verso un mondo che credo abbia bisogno di sognare di più e di provare di più a credere di poter "scegliere" attraverso la propria singola riflessione di ciascun soggetto.

 
Nell’arco della giornata qual è il momento che dedica alla scrittura?
Scrivere è la conseguenza di miei diversi stati d'animo che durante il giorno mi portano ad avvicinarmi all'espressione evolutiva di me stessa attraverso le parole, le frasi e i diversi concetti.
Durante la stesura di " la squama degli abissi " trovavo più coinvolgimento e emozione nello scrivere a periodi alterni in momenti di grande emotività.
Le emozioni che mi hanno portato a scrivere sono personali, ma al contempo creano una complessa e interessante trama dettata da un immaginazione personale che porta a chi legge un trascinante stato d'animo e un piacevole coinvolgimento.
 
Il suo autore contemporaneo preferito?
Negli ultimi anni mi sono dedicata a me stessa e non ho una preferenza verso un autore in particolare.
 
Perché è nata la sua opera?
Nasce da un intricato e complesso senso di evasione e di sfogo.
 
Quanto ha influito nella sua formazione letteraria il contesto sociale nel quale vive o ha vissuto?
La società influisce sempre in qualche modo nella propria vita e nelle proprie scelte.
e da questa influenza sociale ho creato "la squama degli abissi".
Questo perché nella mia esistenza, nel male e nel bene, ho vissuto e ho incorporato avvenimenti che mi hanno formato dando spunto al mio romanzo; ispirato appunto dal mio passato, dal presente e perché no, un po' anche dal futuro.
 
Scrivere è una evasione dalla realtà o un modo per raccontare la realtà?
Entrambe le cose.
 
Quanto di lei c’è in ciò che ha scritto?
Molto.
 
C’è qualcuno che si è rivelato fondamentale per la stesura della sua opera?
Il tempo e il vivere sono stati fondamentali, rispondendo in modo filosofico.
una persona precisa che mi ha ispirato non c'è.
L'ispirazione è nata da me stessa e dal mio lato un po' artistico.
 
A chi ha fatto leggere per primo il romanzo?
Il romanzo è stato letto dal mio compagno per primo.
 
Secondo lei il futuro della scrittura è l’ebook?
Il futuro lo possiamo solo pensare ed immaginare ma nello stesso momento in cui state leggendo la mia semplice risposta potrete creare nella collettività un futuro che nasce dal presente attimo dopo attimo.
 
Cosa ne pensa della nuova frontiera rappresentata dall’audiolibro?
Un desiderio, un gusto, una passione, una scelta.
sorridendo vi saluto e vi ringrazio.

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 

Lunedì, 29 Novembre 2021 | di @BookSprint Edizioni

Lasciaun commento

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)