Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

30 Giu
Vota questo articolo
(1 Vota)

Intervista all'autore - Antonino Battistini


1. Parliamo un po’ di Lei, dove è nato e cresciuto?
Nato a Roma nella periferia sud est. Cresciuto prima nella borgata del Quadraro poi zona Cinecitta. A 23 anni 'emigrato in Asia' ad Hong Kong e da allora cittadino del mondo.
 
2. Che libro consiglierebbe di leggere ad un adolescente?
Qualsiasi libro lo interessi. Io ad esempio oltre a leggere i diffusi fumetti che ai miei tempi imperversavano tra noi adolescenti, leggevo di tutto. Certo avevo generi letterari che mi appassionavano più di altri, tra i qui la fantascienza. Però non ha inizialmente molta importanza cosa si legge ma leggere!
 
3. Cosa pensa della progressiva perdita del libro cartaceo a favore dell’ eBook?
È una realtà con cui i vecchi rimbambiti come me devono convivere. Certo un libro cartaceo ha i suoi vantaggi, quali ad esempio il poterlo rileggere dopo anni e scoprire nuove valutazioni. Anche e book ha dei vantaggi e il maggiore è il costo ridotto delle opere. Inoltre sembra avere un impatto nullo per quel che riguarda l’ecosistema anche se... Ci sarebbe molto da dire su questo tema.
 
4. La scrittura è un colpo di fulmine o un amore ponderato?
Entrambi. È come innamorarsi…
Può accadere per un colpo di fulmine e appassionare oppure maturando nel tempo. D altronde chi non vorrebbe scrivere la propria storia o le sue idee credendo di essere speciale?
 
5. Cosa l’ha spinta a scrivere questo libro?
La rilettura di ricordi. Esisteva un comune denominatore che fosse diverso da me stesso! In breve: nella vita di ognuno di noi esiste un tema, una traccia perenne celata nel vissuto? Io credo di sì. Quella espressa in questo libro è una delle tante che mi appartengono.
 
6. Quale messaggio vuole inviare al lettore?
Premesso ed accertato che ogni elemento è in continuo divenire, assumendo forme diverse e traslando in quello che i fisici definiscono Spazio-Tempo. Fermarsi a riflettere quanto tutto questo debba essere considerato. Fare questo piccolo ma importante esercizio meditativo ci offre la possibilità di assegnare dei valori che altrimenti non vediamo o capiamo. Inoltre ci pone in una dimensione priva di futili assoggettamenti. Potenzialmente è già dentro di noi. La vita è molto di più di ciò che giornalmente viviamo
 
7. La scrittura era un sogno nel cassetto già da piccolo o ne ha preso coscienza pian piano nel corso della sua vita?
Scrivere è come fare un quadro o una scultura o una qualsiasi opera artistica. Seppur si scrive da quando lo si impara difficilmente si completa la stesura e se questo avviene non ci soddisfa quando rileggiamo
Quando invece si è avuta una seppur limitata esperienza di vita, allora si può prendere coscienza di quel che si vuole effettivamente scrivere. Ciò non toglie che vi siano dei 'Geni' che sin dalla pubertà creino opere immortali.
 
8. C’è un episodio legato alla nascita o alla scrittura del libro che ricorda con piacere?
Più che un episodio è stata tutta la stesura. Mi sono divertito! Per me qualsiasi opera si compia bisogna realizzarla con tre fondamenti: passione, divertimento e logica... La cui sigla è P. D. L. Che non è un nuovo partito. Quelli non hanno mai queste tre colonne a sorreggerli.
 
9. Ha mai pensato, durante la stesura del libro, di non portarlo a termine?
Certo che sì ma poi mi dico: hai iniziato...
Modificato. Letto e riletto e poi corretto... Oltre che a redarlo... Che ti costa finirlo?
 
10. Il suo autore del passato preferito?
Sono molti ma nessuno dovrebbe non avere le Opere di Omero e Dante.
 
11. Cosa ne pensa della nuova frontiera rappresentata dall’audiolibro?
Utile per diffondere idee e soggetti ma per me mancanti sempre della possibilità del meditativo.
 
 
 
 
 

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 


Lasciaun commento

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)