Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

31 Mag
Vota questo articolo
(0 Voti)

Intervista all'autore - Martina Organista

1. Parliamo un po’ di Lei, dove è nata e cresciuta?
Sono nata e cresciuta a Torre del Greco, in provincia di Napoli. Dalla finestra di casa ho sempre visto da un lato il Vesuvio, che per quanto possa far paura è il nostro "gigante buono", e da un lato il mare che è il mio rifugio quando voglio stare da sola.
 
2. Che libro consiglierebbe di leggere ad un adolescente?
Dipende tutto un pò dal carattere. Io sono cresciuta con Nickolas Sparks, ma sono sempre stata un pò smielata e romantica.
Un libro che mi ha fortemente segnata e fatta crescere e riflettere tanto in adolescenza è stato "Voglio vivere prima di morire" di Jenny Downham, quindi consiglierei questo a qualunque tipo di adolescente, perché in un momento delicato come l'adolescenza questo libro ti fa rendere conto di quanto sia importante e preziosa la vita, e alla fine della lettura riesci ad apprezzare anche le piccole cose in modo più significativo.
 
3. Cosa pensa della progressiva perdita del libro cartaceo a favore dell’ eBook?
Penso che entrare in libreria e perdersi in tutti i libri che ci sono, sentirne il loro profumo, sfogliare le pagine, scegliere quello che più ci incuriosisce e portarlo a casa sia una delle sensazioni più belle, che un eBook non potrà mai regalarci.
 
4. La scrittura è un colpo di fulmine o un amore ponderato?
La scrittura è un amore ponderato, ho sempre amato scrivere e mettere nero su bianco i miei pensieri.
 
5. Cosa l’ha spinta a scrivere questo libro?
Mia madre. L'unica che mi ha sempre appoggiata e spronata. "Hai del potenziale, provaci", mi diceva. Io pensavo che lo dicesse solo perché è la mia mamma! Se non fosse stato per lei non avrei mai e poi mai avuto il coraggio di lanciarmi in questa avventura.
 
6. Quale messaggio vuole inviare al lettore?
Io spero di mandare un semplice messaggio e cioè il voler bene in primis loro stessi.
Gli amori, le amicizie e le esperienze negative che ci succedono durante il corso della nostra vita non devono in alcun modo intaccare o destabilizzare il nostro amor proprio. Qualcuno dice che passeremo una vita con noi stessi, ed è vero. Quindi in primis essere leali e sinceri con noi stessi e metterci sempre al primo posto. Non è presunzione, ma protezione!
 
7. La scrittura era un sogno nel cassetto già da piccola o ne ha preso coscienza pian piano nel corso della sua vita?
Entrambe le cose, da piccola sognavo di scrivere un libro ma ero troppo timida e spaventata per pensarci seriamente. Crescendo ho capito che quel sogno poteva davvero essere reale, e quindi ho lottato affinché diventasse qualcosa di concreto.
 
8. C’è un episodio legato alla nascita o alla scrittura del libro che ricorda con piacere?
Lo sguardo pieno di gioia di mia madre quando le ho detto che quel sogno sarebbe diventato realtà.
 
9. Ha mai pensato, durante la stesura del libro, di non portarlo a termine?
Tante volte. Avevo paura che i discorsi non filassero e che di conseguenza non avrei trasmesso nulla al lettore. Il motivo per cui ho continuato è che avevo troppe cose in mente che dovevo assolutamente archiviare in qualcosa di concreto, e alla fine ce l'ho fatta.
 
10. Il suo autore del passato preferito?
Indubbiamente Charles Bukowski.
 
11. Cosa ne pensa della nuova frontiera rappresentata dall’audiolibro?
Penso la stessa cosa dell'eBook. La tecnologia va bene, ma fino ad un certo punto. Libri e fotografie per me saranno sempre cartacei.
 
 
 
 

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 


Lasciaun commento

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)