Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

18 Lug
Vota questo articolo
(0 Voti)

Intervista all'autore - Antonio Pennuto

1. Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittore?
Sono un uomo normale che ha vissuto in una piccola cittadina di provincia però carica di storia e che spinge alla cultura perché la cultura è il suo humus.
Siracusa questa è la città. Ho sempre ammirato i poeti e gli scrittori classici e da una certa età (17 anni) ho apprezzato molto lo stile e la facilità di inventare di un grande della SF ASIMOV ed è leggendo la sua biografia che è nato in me il desiderio di scrivere.
 
2. Nell’arco della giornata qual è il momento che dedica alla scrittura?
Di solito quando riesco ad essere solo e posso raccogliere i miei pensieri riordinare le emozioni e magari metterle per iscritto cmq sempre quando sono solo.
 
3. Il suo autore contemporaneo preferito?
Ammiro spudoratamente Dan Brown per le storie e per lo stile semplice ma carico di feed back che usa mentre per la poesia ammiro moltissimo Valerio Negrini il paroliere dei POOH che ha saputo, con poche pennellate di parole, dare voce alle passioni più forti e profonde
 
4. Perché è nata la sua opera?
Per poter riuscire a fermare in forma scritta sia le aspettative che i sentimenti che hanno costellato la mia vita dandomi le poche gioie e le molte delusioni che mi hanno accompagnato.
 
5. Quanto ha influito nella sua formazione letteraria il contesto sociale nel quale vive o ha vissuto?
Moltissimo in quanto ho avuto la fortuna di crescere in un ambiente scolastico che oscillava fra le vetuste memorie del rigorismo assoluto e la rivoluzione culturale che ha permeato gli anni sessanta spingendomi ad aprire la mente alle più svariate curiosità e di cui parlo in altro testo da me scritto.
 
6. Scrivere è una evasione dalla realtà o un modo per raccontare la realtà?
Scrivere vuol dire interpretare la realtà magari idealizzarla magari renderla più gradevole ma restando sempre ancorato ad essa .
 
7. Quanto di lei c’è in ciò che ha scritto?
Tutto ciò che ho scritto mi rappresenta e parla delle mie emozioni e della mia vita interiore.
 
8. C’è qualcuno che si è rivelato fondamentale per la stesura della sua opera?
Sì mia moglie che mi ha accompagnato dalla fine dell'adolescenza fino all'inizio della vecchiaia e poi tutti quelli che nel bene e nel male hanno segnato la mia storia personale.
 
9. A chi ha fatto leggere per primo il romanzo?
Per primo lo ha letto mia moglie anche se l'ha fatto prima che lo completassi e lo limassi.
 
10. Secondo lei il futuro della scrittura è l’ebook?
Credo che l'e-book sia un sistema per poter far giungere la cultura più facilmente a una platea più vasta di pubblico ma spero che il cartaceo rimanga niente, secondo, può sostituire il fruscio di una pagina sfogliata o l'odore della stampa di un'opera.
 
11. Cosa ne pensa della nuova frontiera rappresentata dall’audiolibro?
Non sono molto addentro a questa nuova frontiera tecnologica ma credo che possa servire per le fiabe i romanzi d'avventura e le poesie che acquistano un'altra dimensione metrica se lette da professionisti ma per il resto la lettura è cosa privata, personale.
 
 
 
 
 

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 


Lasciaun commento

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)