Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

11 Set
Vota questo articolo
(0 Voti)

Intervista all'autore - Carmen Fogli

1. Che cos’è per Lei scrivere, quali emozioni prova?
Scrivere per me è rendere un'emozione oggettiva, vestirla di un abito perché sia riconoscibile agli altri. Poter comunicare in modo più diretto senza coinvolgere la parte censurante della ragione.
Quando scrivo esploro una parte di me che non conosco e mi sorprendo nel vedere ciò che accade, come in un viaggio non programmato, un'avventura inaspettata, un regalo improvviso.
 
2. Quanto della sua vita reale è presente in questo libro?
Ogni emozione è sperimentata, è la base dei miei racconti. A volte solo un ricordo, altre una elaborazione dell'esperienza, altre volte un desiderio...
Altre ancora sono sogni...
 
3. Riassuma in poche parole cosa ha significato per Lei scrivere quest’opera.
Inizialmente volevo esprimere il mio modo di vedere il mondo, poi via via ero sempre più incuriosita da ciò che usciva. Mettere i miei pensieri su carta era come dipingere una realtà non vista, come unire con delle linee i puntini e veder apparire il quadro d'insieme
 
4. La scelta del titolo è stata semplice o ha combattuto con se stesso per deciderlo tra varie alternative?
Il titolo è perfettamente calzante alla mia personale storia.
 
5. In un’ipotetica isola deserta, quale libro vorrebbe con sé? O quale scrittore? Perché?
Vorrei Igor Sibaldi con i suoi Maestri Invisibili, perché non sarei mai sola
 
6. Ebook o cartaceo?
Adoro la carta perché sono cresciuta maneggiandola ma l’ebook è la moderna evoluzione, più pratico ed ecosostenibile. Tema che mi è molto caro.
 
7. Quando e perché ha deciso di intraprendere la carriera di scrittore?
Febbraio 2019 riscopro il piacere di coltivare la scrittura. Uno di quei sogni giovanili messi nel baule in soffitta. Oggi scopro che scrivere poesie è come fiorire, è ciò che mi fa stare bene e vorrei condividere questo benessere.
 
8. Come nasce l’idea di questo libro? Ci racconterebbe un aneddoto legato alla scrittura di questo romanzo?
L'idea non è mia, ma di una persona speciale che intravede in me un dono, una propensione. Farà molto di più, incoraggiandomi e stimolando un po’ la mia autostima. Senza mai fare commenti, mi segue da vicino, legge tutte le mie poesie che timorosamente gli invio e ad un certo punto mi dice che se non le pubblico io lo avrebbe fatto lui. Nasce così, per la prima volta nella mia testa, l'idea che si può fare. Miracolosamente e casualmente(nulla è per caso) appare Vito Pacelli....
 
9. Cosa si prova a vedere il proprio lavoro prendere corpo e diventare un libro?
Una gioia infinita, forse come la nascita di una figlia, anzi forse di più perché è proprio una tua propaggine e così rimarrà!
 
10. Chi è stata la prima persona che ha letto il suo libro?
Alex Viola.
 
11. Cosa ne pensa della nuova frontiera rappresentata dall’audiolibro?
Meravigliosa frontiera… leggere mentre cammini nella natura... top!!!!
 
 

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 

Mercoledì, 11 Settembre 2019 | di @BookSprint Edizioni

Lasciaun commento

 

Ultimi Commenti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)