Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

16 Ago
Vota questo articolo
(0 Voti)

Intervista all'autore - Giancarlo Bisaglia

1. Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittore?
Nato in Provincia di Padova abito ora a Vigonza (PD) con mia moglie e i nostri tre figli. Il mio lavoro era quello del designer, la mia passione la Pallavolo, tutto si è interrotto il 13 Maggio 2016 quando un ictus mi ha colpito, ci ha colpito e proprio per raccontare quella esperienza ho iniziato a scrivere "NOI E LA BESTIA" diario di un incontro con l'ictus il primo libro, poi in riabilitazione ripensando ai miei errori e perché altri non ne facciano, il secondo libro "IL MARITO PERFETTO, ho sbagliato già io perché dovete farlo anche voi.
 
2. Nell’arco della giornata qual è il momento che dedica alla scrittura?
Ci penso di primo mattino e durante tutto il giorno e nel pomeriggio butto giù i pensieri al computer.
 
3. Il suo autore contemporaneo preferito?
Giordano Bruno Guerri avendo riscoperto Gabriele D'annunzio
 
4. Perché è nata la sua opera?
Già il sottotitolo spiega il perché "IL MONDO INTORNO AD UNA PALLA" un amore che dura da quarantasei anni, perché per far rivivere un amore bisogna ricordarlo, dato che la mia disabilità mi preclude il praticarlo, anche solo come allenatore come sono sempre stato.
 
5. Quanto ha influito nella sua formazione letteraria il contesto sociale nel quale vive o ha vissuto?
Moltissimo! È quello che cerco di raccontare nel libro.
 
6. Scrivere è una evasione dalla realtà o un modo per raccontare la realtà?
Sicuramente per raccontare la realtà, anche quella passata.
 
7. Quanto di lei c’è in ciò che ha scritto?
lo hanno definito romanzo ma mancava autobiografico, per essere corretto.
 
8. C’è qualcuno che si è rilevato fondamentale per la stesura della sua opera?
Tanti amici ex atleti, il mio mondo, quello della pallavolo.
 
9. A chi ha fatto leggere per primo il romanzo?
Naturalmente a mia moglie e a due amici che mi hanno donato due splendide prefazioni.
 
10. Secondo lei il futuro della scrittura è l’ebook?
I libri che mi stanno davanti nella mia libreria gridano vendetta, io: non solo! Sicuramente i mezzi moderni lo pretendono, ma il profumo di una libreria è dato solo dai libri cartacei stampati.
 
11. Cosa ne pensa della nuova frontiera rappresentata dall’audiolibro?
Ho passato diversi giorni in ospedale a farmi leggere libri essendo impossibilitato, ed è stato piacevolissimo, è sicuramente la nuova frontiera!
 

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 

Venerdì, 16 Agosto 2019 | di @BookSprint Edizioni

Lasciaun commento

 

Ultimi Commenti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)