Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

14 Ago
Vota questo articolo
(0 Voti)

Intervista all'autore - Enza Terracciano

1. Che cos’è per Lei scrivere, quali emozioni prova?
Scrivere è la necessità di trasformare in parole un'idea ed un’emozione che scaturiscono improvvise e si placano solo quando le parole riescono a rendere merito a quel che sento. È un quadro i cui contorni si definiscono man mano che aggiungi colori e sfumature. Spesso il finale non è chiaro... passano i giorni e resti bloccata a guardare una pagina bianca finché un evento insperato ti spalanca le porte di accesso a quel che ti appare l'unico epilogo possibile.
 
2. Quanto della sua vita reale è presente in questo libro?
Poco della mia vita reale è presente in questa storia. Solo una parte relativa al primo capitolo ed alcuni sogni che sin da piccola mi hanno ossessionata e che ho fedelmente riportato.
 
3. Riassuma in poche parole cosa ha significato per Lei scrivere quest’opera.
È stato un atto liberatorio scaturito a seguito della prematura morte di mio fratello. Tutte le domande che ti poni allor quando un affetto così importante e prezioso ti viene a mancare... poi forse il gioco mi ha preso la mano... un gioco bellissimo che ha un po’ placato il grande dolore e che mi ha consentito di guardare al futuro con rinnovate energie.
 
4. La scelta del titolo è stata semplice o ha combattuto con se stesso per deciderlo tra varie alternative?
Il titolo non è stato una scelta ma l'unica scelta possibile.
 
5. In un’ipotetica isola deserta, quale libro vorrebbe con sé? O quale scrittore? Perché?
Sin da piccola ho sempre amato leggere... di tutto: dai romanzi rosa ai trattati di psicologia. Non prediligo gli autori ma gli argomenti. Su un'isola deserta sicuramente sarebbe fantastico un bel libro di sopravvivenza.
 
6. Ebook o cartaceo?
Prediligo la carta. Per il tempo che leggi il libro diventa una parte di te e ti consente di darci uno sguardo in ogni momento libero possibile... anche su un materassino mentre sei al largo a prendere il sole.
 
7. Quando e perché ha deciso di intraprendere la carriera di scrittore?
Non sono una scrittrice ma una donna che ha trasformato in parole un'idea che le frullava nella testa.
 
8. Come nasce l’idea di questo libro? Ci racconterebbe un aneddoto legato alla scrittura di questo romanzo?
L'idea nasce da quanto descritto al punto tre. Resto convinta che tutti noi siamo prigionieri di un meccanismo crudele che dà spazio solo al tangibile.
 
9. Cosa si prova a vedere il proprio lavoro prendere corpo e diventare un libro?
Sicuramente è gratificante perché speri che almeno una parte di quella che credi una giustizia universale arrivi a chi realmente detiene il potere e ne fa un giusto uso. È un'utopia lo so. Ciò nonostante...
 
10. Chi è stata la prima persona che ha letto il suo libro?
È stata Gisèle Geymonat - vedova di Ludovico Geymonat - una grande donna che ho avuto il piacere di avere per amica e che mi ha spronata a proseguire poiché - parole sue - erano anni che non leggeva una storia così interessante.
 

11. Cosa ne pensa della nuova frontiera rappresentata dall’audiolibro?
È sicuramente una grande cosa per tutte le persone che per limiti fisici non possono più farlo.


 

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 


Lasciaun commento

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)