Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

11 Mar
Vota questo articolo
(0 Voti)

Intervista all'autore - Gianvittorio Ortelli

1. Parliamo un po’ di Lei, dove è nato e cresciuto?
Sono nato a Lecco, cresciuto a Rovenna di Cernobbio e da una quarantina di anni vivo a Como.
 
2. Che libro consiglierebbe di leggere ad un adolescente?
“L' Uomo che ride” di Victor Hugo.
 
3. Cosa pensa della progressiva perdita del libro cartaceo a favore dell’ eBook?
La tecnologia evolve. Forse il libro cartaceo consente di riflettere di più e di risparmiare la vista ... L'Ebook può però essere portato ovunque e quindi è molto pratico per essere letto nei tempi morti (attese, viaggi ecc.).
 
4. La scrittura è un colpo di fulmine o un amore ponderato?
È un amore ponderato che matura nel tempo. Ma i colpi di fulmine sono momenti possibili che ci appaiono all'improvviso.
 
5. Cosa l’ha spinta a scrivere questo libro?
È una specie di biografia alternativa che riassume vari momenti della mia vita, senza pur essere esaustivo.
 
6. Quale messaggio vuole inviare al lettore?
Che si vive nel tempo e che la nostra vita è a "sovranità limitata". Possiamo solo adattarci e rispondere a ciò che decreta il destino: noi siamo soltanto delle isole, che vengono ogni tanto visitate. O forse no.
 
7. La scrittura era un sogno nel cassetto già da piccolo o ne ha preso coscienza pian piano nel corso della sua vita?
Da anni scrivo e ho fatto alcune pubblicazioni a mie spese più qualche articolo per i giornali.
 
8. C’è un episodio legato alla nascita o alla scrittura del libro che ricorda con piacere?
Diciamo che per me è stata una scelta estrema in un momento delicato della mia vita.
 
9. Ha mai pensato, durante la stesura del libro, di non portarlo a termine?
Veramente no, il libro è un'antologia di scritti e quindi quando l'ho scritto ci avevo già meditato molto.
 
10. Il suo autore del passato preferito?
Victor Hugo ed Emilio Salgari.
 
11. Cosa ne pensa della nuova frontiera rappresentata dall’audiolibro?
La ritengo un'esperienza interessante, ma non mi pare una novità. E non sbaglio, è da decenni che esiste per i ciechi.
 
 
 
 

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 

Lunedì, 11 Marzo 2019 | di @BookSprint Edizioni

Lasciaun commento

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)