Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

22 Feb
Vota questo articolo
(5 Voti)

Intervista all'autore - Ciro Riccardi

1. Parliamo un po’ di Lei, dove è nato e cresciuto?
Come si può facilmente intuire dal nome che porto (Ciro) sono di origine campana e precisamente di Napoli dove ho vissuto quasi la metà dei miei anni.
La mia era una famiglia numerosa e rumorosa, la nostra casa era sempre affollata e sembrava di essere in una stazione all'ora di punta, mia madre era sempre indaffarata tra panni da lavare e casa da rassettare e il suo compito sembrava non aver mai fine, era la prima ad alzarsi dal letto e l'ultima a coricarsi.
Non ho mai goduto appieno la mia infanzia o gioventù , eravamo in tanti e il lavoro di mio padre non bastava a coprire le esigenze della famiglia.
Appena finita la scuola dell'obbligo ho dovuto rimboccarmi le maniche per cercare lavoro e essere di supporto all'economia familiare.
Come tanti ragazzi ho avuto numerosi flirt, ma è solo all'età di 25 anni che conobbi Laura, la donna della mia vita, ci sposammo e di comune accordo ci trasferimmo a Roma dove vivevano i suoi genitori.
Insieme abbiamo vissuto anni felici e insieme abbiamo gestito diverse attività di ristorazione, la sua energia era inesauribile e di grande stimolo, purtroppo l'ho persa nel 2017, una brutta malattia ha messo fine alla sua vita e gettato nello sconforto la mia.
Ecco come mi sono rifugiato nella scrittura.
 
2. Che libro consiglierebbe di leggere ad un adolescente?
Certamente i classici che sono alla base della letteratura contemporanea, essi esercitano ancora un grande fascino e sono la chiave di lettura dei diversi comportamenti umani, influenzano il lettore e lo aiutano a riflettere su punti di vista nascosti o inesplorati.
 
3. Cosa pensa della progressiva perdita del libro cartaceo a favore dell’ eBook?
L'eBook è una grande innovazione, finalmente il lettore ha la possibilità di avere il libro o l'autore preferito sul palmo della mano, tutto questo senza muoversi da casa, ma credo che il fascino della versione cartacea sia ancora di grande impatto, visivo e emotivo, sfogliare le pagine o accarezzare la copertina del libro preferito esercita ancora una grande presa, vedere una colonna di libri su una mensola è veramente bello.
 
4. La scrittura è un colpo di fulmine o un amore ponderato?
Nel mio caso è un colpo di fulmine, come ho già scritto nella mia biografia, non ho mai avuto tempo per scrivere qualcosa di mio, ma non ho mai interrotto la lettura di un libro, sul mio comodino c'è sempre stato qualcosa da leggere, è un’abitudine che mi ha trasmesso mio padre e anch'io come lui prima di dormire preferisco sempre leggere qualcosa.
La lettura mi ha sempre affascinato e tramesso la voglia di scrivere qualcosa che appassionasse il lettore e lo coinvolgesse nelle storie come tante volte ha coinvolto me.
 
5. Cosa l’ha spinta a scrivere questo libro?
Una scommessa fatta a me stesso, che è quella di riuscire ad appassionare e emozionare il lettore, oltre naturalmente riuscire a pubblicarlo.
 
6. Quale messaggio vuole inviare al lettore?
Un libro è qualcosa di prezioso, oggi si consuma tutto e subito, sembra che ci sia sempre meno tempo per leggere e questo mi rattrista molto, quando ci si sente infelici, nervosi, affidarsi alla lettura di un libro è una grande terapia, immergersi in una storia, emozionarsi per essa fa bene allo spirito e all'anima.
 
7. La scrittura era un sogno nel cassetto già da piccolo o ne ha preso coscienza pian piano nel corso della sua vita?
Era un sogno in un cassetto, avere un idea su cosa scrivere e vedere prendere corpo piano piano ti dà una sensazione bellissima.
 
8. C’è un episodio legato alla nascita o alla scrittura del libro che ricorda con piacere?
Sì, quando ho finito il romanzo e l'ho letto a mia moglie si è emozionata e ho visto due grosse lacrime agli angoli degli occhi.
 
9. Ha mai pensato, durante la stesura del libro, di non portarlo a termine?
Veramente no, quando ho deciso di scrivere questa storia, avevo già in mente i personaggi e lo sviluppo, gli unici dubbi che mi assillavano erano quelli di riuscire a rendere tutto scorrevole e appassionante.
Ai lettori il responso.
 
10. Il suo autore del passato preferito?
Ernest Hemingway.
“Il vecchio e il mare” è un vero capolavoro.
 
11. Cosa ne pensa della nuova frontiera rappresentata dall’audiolibro?
Non mi so pronunciare, non sono ferrato sull'argomento.
 
 

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 

Venerdì, 22 Febbraio 2019 | di @BookSprint Edizioni

4 COMMENTI

  • Link al commento Andrea inviato da Andrea

    Mi è piaciuta molto quest'intervista. Leggere direttamente l'evoluzione di questa creatura dal primo approccio idealizzato della storia ai sacrifici e vicissitudini, anche personali,che ne hanno visto la conclusione è un ottimo stimolo per comprare il testo e leggerlo appassionatamente (ovviamente in versione cartacea).
    Le auguro un ottimo riscontro e mi permetterò di farle una recensione una volta terminata la lettura.

    Giovedì, 28 Febbraio 2019 18:26
  • Link al commento Treppiccioni francesca inviato da Treppiccioni francesca

    Già dalla trama letta mi sono incuriosita e sicuramente leggerò il suo libro. Dalla sua intervista capisco che per lei è una passione e queste vanno sempre incoraggiate specie se, da come ho percepito dalla sua biografia,sono uno stimolo per superare momenti tristi e oscuri. Tanti in bocca al lupo per la sua pubblicazione.

    Martedì, 26 Febbraio 2019 16:44
  • Link al commento Davide Letterio inviato da Davide Letterio

    Poche righe dedicate alla sua vita ma pregne di emozione che si amalgama assieme ad una vena malinconica, in grado di dare una limpida immagine di quello che si sta trattando.
    Aspetto con molta ansia l'uscita del suo libro.

    Lunedì, 25 Febbraio 2019 21:44
  • Link al commento Vincenzo Riccardi inviato da Vincenzo Riccardi

    Bravo e conciso nella descrizione del suo carattere e nel raccontare la sua vita con poche ma intense parole che lasciano capire la sua passione nello scrivere. Non vedo l'ora di acquistare il suo libro e sicuramente non rimarró deluso dopo aver letto quel che racconta nella prefazione!!!

    Domenica, 24 Febbraio 2019 16:14

Lasciaun commento

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)