Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

15 Nov
Vota questo articolo
(1 Vota)

Intervista all'autore - Giovanni Seclì

1. Parliamo un po’ di Lei, dove è nato e cresciuto?
Sono nato e cresciuto in un paesino del Salento, Parabita.
 
2. Che libro consiglierebbe di leggere ad un adolescente?
Consiglierei di leggere quanto di più vicino alla propria idea di evasione, liberazione, un libro che rappresenti un po’ il desiderio di essere o trovarsi in una storia diversa dalla propria vita, per confrontarsi, divergere o trovare uno stimolo.
 
3. Cosa pensa della progressiva perdita del libro cartaceo a favore dell’ eBook?
Penso che l’ebook abbia dalla sua una certa immediatezza nell'unire e raggiungere scrittori e lettori, ma io colleziono "pagine di carta"... comunque, che si legga, in qualsiasi modo, e che si possa sempre scegliere come farlo.
 
4. La scrittura è un colpo di fulmine o un amore ponderato?
Credo che nasca più da un’esigenza di raccontare, raccontarsi e ripercorrere. Poi che sia per effetto di un colpo di fulmine o un amore ponderato, sta di fatto che come per qualsiasi passione, nasce e muore anche, solo perché in quel dato momento si è disposti o predisposti a raccogliere un invito.
 
5. Cosa l’ha spinta a scrivere questo libro?
Volevo far sapere delle cose e nel contempo, riviverle.
 
6. Quale messaggio vuole inviare al lettore?
State attenti a quello che leggete, potrebbe cambiarvi la vita.
 
7. La scrittura era un sogno nel cassetto già da piccolo o ne ha preso coscienza pian piano nel corso della sua vita?
Mi è sempre piaciuto scrivere qua e là, fin da piccolo, su diari, pezzi di carta, sui social ecc. poi sono inciampato in un progetto.
 
8. C’è un episodio legato alla nascita o alla scrittura del libro che ricorda con piacere?
Ero in carcere e dovevo farmi passare le 20 ore in cui non si poteva socializzare nel cortile dei passeggi dell'istituto.
 
9. Ha mai pensato, durante la stesura del libro, di non portarlo a termine?
Di non portarlo a termine, no. Di arricchirlo, in continuazione... ma questo accade a chiunque, credo. C'è sempre qualcosa che si è dimenticati di voler dire e non per questo meno importante.
 
10. Il suo autore del passato preferito?
Io preferirei citare quello del presente: Efraim Medina Reyes.
 
11. Cosa ne pensa della nuova frontiera rappresentata dall’audiolibro?
Molto interessante, davvero.

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 

Giovedì, 15 Novembre 2018 | di @BookSprint Edizioni

Lasciaun commento

 

Ultimi Commenti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)