Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

03 Ott
Vota questo articolo
(0 Voti)

Intervista all'autore - Nikita Taramelli

1. Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittore?
Sono nato da genitori emigrati in Svizzera che dopo qualche anno sono rientrati in Italia. Qui sono cresciuto, ho giocato, studiato e lavorato come un comune ragazzo Bergamasco di quei tempi.
Non mi sento uno scrittore, ho solo deciso di scrivere un semplice manuale tecnico che unisce due mie passioni:
- il lavoro da professionista della salute e della sicurezza sul lavoro;
- l'insegnamento tecnico di Judo, Ju Jitsu e Autodifesa.
 
2. Nell’arco della giornata qual è il momento che dedica alla scrittura?
Il mio lavoro comprende molti momenti di redazione di procedure o istruzioni di lavoro in ambito della prevenzione infortunistica. Quindi scrivere è parte del mio lavoro.
Poi lo scorso anno ricadeva il 30° anniversario dalla mia laurea, ho quindi deciso di iscrivermi ad un nuovo percorso di laurea in Scienze dell'attività motoria e sportiva che mi ha portato sia a studiare che a scrivere molto.
Mi è stato quindi facile scrivere di me, del mio lavoro e delle mie passioni sportive.
 
3. Il suo autore contemporaneo preferito?
Richard Dawkins "Il gene egoista".
 
4. Perché è nata la sua opera?
Dalla volontà di parlare del mio lavoro e della mia passione delle arti marziali, in particolare del Judo, del Ju Jitsu e dell'autodifesa col metodo MGA della FIJLKAM.
 
5. Quanto ha influito nella sua formazione letteraria il contesto sociale nel quale vive o ha vissuto?
Moltissimo, mi ritengo una persona attiva e pragmatica, molto curiosa e orientata agli aspetti scientifici, ecologici e sociali.
Mi incuriosiscono tutte le scoperte in campo scientifico legate al benessere dell'uomo, allo stesso tempo sono attento a come evolve la situazione ecologica ed ambientale del nostro contesto e di come l'arroganza umana è insensibile.
 
6. Scrivere è una evasione dalla realtà o un modo per raccontare la realtà?
É un modo per raccontare la mia realtà, come la vedo, la penso, la filtro e la comunico.
Sono un estroverso per natura.
 
7. Quanto di lei c’è in ciò che ha scritto?
Il testo è molto autobiografico, fornisce una sintesi dei valori chiave che mi reggono nel quotidiano, che mi permettono di affrontare la vita con entusiasmo e passione.
 
8. C’è qualcuno che si è rilevato fondamentale per la stesura della sua opera?
Mio padre.
 
9. A chi ha fatto leggere per primo il romanzo?
A mia Moglie e alle mie Figlie Vera ed Elisa.
 
10. Secondo lei il futuro della scrittura è l’ebook?
Probabilmente sì in una fase iniziale, ma secondo me il libro in formato stampa, tenuto tra le mani e letto con tranquillità, resterà sempre un oggetto insostituibile, segno di una umanità umana.
L'information Technology è una grossa conquista e fornisce innumerevoli e insostituibili vantaggi, ma noi abbiamo schemi di apprendimento e di relazione con il mondo "slow", quindi il libro in formato carta a mio parere sarà sempre inavvicinabile.
 
11. Cosa ne pensa della nuova frontiera rappresentata dall’audiolibro?
Anche in questo caso, il supporto è affascinante ma non può competere con la tua lettura, che innesca il tuo immaginario e ti coinvolge. La lettura di un terzo non è altrettanto stimolante, educativa e coinvolgente.
Fare lo "sforzo" o meglio "piacere" di una lettura è insostituibile.
 
 
 
 
 

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 

Mercoledì, 03 Ottobre 2018 | di @BookSprint Edizioni

Lasciaun commento

 

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)