Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

09 Mar
Vota questo articolo
(0 Voti)

Intervista all'autore - Valerio Simonetti

1. Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittore?
Abito a Roma fin dall'età di 5 anni, ma sono nato e originario di Palermo.

Dopo l'università svolta nella città di Bologna, la mia passione per i libri e la scrittura è aumentata progressivamente, interessandomi di vari argomenti (dalla scienza astronomica alla filosofia).
Proprio negli ultimi cinque anni ho deciso di mettere per i scritto i mie pensieri (avvertendo una sorta di necessità) e successivamente ho pubblicato un breve saggio, dove espongo delle considerazioni personali di tipo psicologico ed esistenziali.
In quel periodo ho deciso di esordire come scrittore.

 

2. Nell’arco della giornata qual è il momento che dedica alla scrittura?
Non ho un momento definito; sfrutto i momenti liberi concessi dal lavoro o dagli impegni in generale.

L'ispirazione, però, avviene spesso di sera (dopo l'ora di cena) ed è in questi momenti che formulo le idee più importanti.

 

3. Il suo autore contemporaneo preferito?
Ho una certa passione per scrittori di romanzi distopici, come Orwel e Huxly.

Tra gli autori contemporanei uno dei miei preferiti è Paulo Coelho.

 

4. Perché è nata la sua opera?
Attratto dalla tecnica narrativa del romanzo ho deciso di comporre questa opera, rifacendomi sempre ad argomenti di tipo psicologico-esistenziale, ma inseriti in un contesto di vita reale.

Le esperienze personali e la voglia di scrivere qualcosa di positivo hanno contribuito alla realizzazione del libro, ottenendo così un breve romanzo dove si parla di spiritualità connessa alla realtà

 

5. Quanto ha influito nella sua formazione letteraria il contesto sociale nel quale vive o ha vissuto?
Inizialmente molto, ma proprio questa consapevolezza di essere condizionato psicologicamente dal contesto sociale di appartenenza, adesso mi sprona nell'essere sempre il più neutrale (o svincolato) possibile nella formulazione dei miei pensieri, analizzando la realtà da più punti di vista.


 

6. Scrivere è una evasione dalla realtà o un modo per raccontare la realtà?
Dipende dalla interiorità dello scrittore. Per me è un modo per raccontare un forma di realtà nell'infinito delle sue alternative.


 

7. Quanto di lei c’è in ciò che ha scritto?
C'è una sorta di equilibrio tra quello che mi appartiene e quello che osservo nelle altre altre persone.

Comunque, ritengo che uno scrittore di racconti o romanzi inevitabilmente riporti qualcosa della propria persona, anche se osservata negli altri.

 

8. C’è qualcuno che si è rilevato fondamentale per la stesura della sua opera?
Per la stesura del libro sono stati fondamentali le letture di varie opere consigliate da mia sorella e alcuni amici,


 

9. A chi ha fatto leggere per primo il romanzo?
Mia moglie, per chiedere una opinione da lettrice sulla tecnica narrativa adoperata.


 

10. Secondo lei il futuro della scrittura è l’ebook?
Provabile, anche se personalmente per alcune opere preferisco la versione cartacea.


 

11. Cosa ne pensa della nuova frontiera rappresentata dall’audiolibro?
Ottima, se chi la utilizza ne trae giovamento,


Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 

Venerdì, 09 Marzo 2018 | di @BookSprint Edizioni

Lasciaun commento

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)