Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

11 Ott
Vota questo articolo
(0 Voti)

Intervista all'autore - Alessandra Ommeniello

1. Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittore?

Avendo un carattere molto chiuso e vivendo in un paese, Marcianise, anche se grande, ma molto superficiale dove maggiormente conta l'estetica e tra le ragazze si parla solo di moda, trucchi e diete, io non mi sono mai trovata a mio agio e quindi mi sono catapultata nel mondo della scrittura. Questo è un modo per esprimere il mio io.



2. Nell’arco della giornata qual è il momento che dedica alla scrittura?

In tutti i momenti della giornata mi dedico alla scrittura, tranne quando studio o faccio pausa per poter mettere qualcosa sotto i denti. Soprattutto la notte, nel momento in cui tutte le idee incominciano ad affollarmi la mente.



3. Il suo autore contemporaneo preferito?

Amando i libri sui vampiri, una delle mie autrici preferite è Stephenie Meyer.



4. Perché è nata la sua opera?

Essendo molto amante della cultura giapponese in generale, e essendo anche amante degli anime e dei manga, ha contribuito alla stesura della mia opera.



5. Quanto ha influito nella sua formazione letteraria il contesto sociale nel quale vive o ha vissuto?

Nulla, perché tutto ciò che c'è scritto è tutta opera della mia immaginazione.



6. Scrivere è una evasione dalla realtà o un modo per raccontare la realtà?

Direi che scrivere è un modo per allontanarmi dalla realtà in cui vivo, come ho già detto nella prima domanda.



7. Quanto di lei c’è in ciò che ha scritto?

Diciamo che quello che ho scritto non rispecchia del tutto il mio essere.



8. C’è qualcuno che si è rilevato fondamentale per la stesura della sua opera?

No, anzi. Mia madre mi rimprovera sempre per tutte le ore passate a scrivere sul cellulare, invece che studiare.



9. A chi ha fatto leggere per primo il romanzo?

Per il momento, nessuno ancora lo ha letto.



10. Secondo lei il futuro della scrittura è l’e-book?

Potrebbe essere che in futuro inizieranno a usarlo, ma non potrà mai sostituire quella piacevole sensazione dei polpastrelli delle dita che scorrono sulle pagine ruvide e il buono odore che emana un libro appena comprato.



11. Cosa ne pensa della nuova frontiera rappresentata dall’audiolibro?

Mai provato e mai lo proverò.

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 


Lasciaun commento

 

Ultimi Commenti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)