Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

06 Set
Vota questo articolo
(0 Voti)

Intervista all'autore - Giovanni Amarù

1. Parliamo un po’ di Lei, dove è nato e cresciuto?

Sono siciliano, nato e cresciuto a gela in provincia di Caltanissetta.



2. Che libro consiglierebbe di leggere ad un adolescente?

Ad un adolescente, consiglierei naturalmente di leggere il mio libro, senza però tralasciare tutti gli altri libri che lo formeranno nel campo lavorativo e nella vita sociale.



3. Cosa pensa della progressiva perdita del libro cartaceo a favore dell’ e-book?

Sono a favore del libro formato e-book, ma penso anche che sarebbe una grossa perdita far scomparire il libro in forma cartaceo, potremmo perderne la memoria.



4. La scrittura è un colpo di fulmine o un amore ponderato?

Per me la scrittura è un fulmine a ciel sereno, che colpisce colui che ha tanto amore per la scrittura stessa.



5. Cosa l’ha spinta a scrivere questo libro?

Mi ha spinto a scrivere questo libro il continuo ricordo di mio padre, di quando io ero piccolo e mi raccontava delle favole. Oggi mi sono detto perché far perdere i ricordi di queste favole? Ed ecco la decisione di scrivere la prima di tante favole.



6. Quale messaggio vuole inviare al lettore?

Il messaggio che voglio inviare al lettore, racchiude tutti i valori che mi sono stati trasmessi da mio padre e che io cerco di trasmettere ai miei figli. Sono i valori dell'umiltà', dell’onestà, della speranza e della caparbietà a impegnarsi a volere realizzare i propri sogni.



7. La scrittura era un sogno nel cassetto già da piccolo o ne ha preso coscienza pian piano nel corso della sua vita?

La scrittura è sempre stato un sogno nel cassetto e credevo che rimanesse tale.Pensavo solo, di poter mettere su carta quei vecchi ricordi, ma che man mano riprendevano vita, mi rendevo conto che sarebbe stato bello poterli condividere.



8. C’è un episodio legato alla nascita o alla scrittura del libro che ricorda con piacere?

Un episodio che ricordo con piacere è legato alla scrittura del libro. Quando stavo quasi per finire, ad un certo punto, non so come si è formato sul video, lo stesso nome con il quale normalmente mi chiamava mio madre: "Giuvannu".



9. Ha mai pensato, durante la stesura del libro, di non portarlo a termine?

No, non ho mai pensato di non portarlo a termine, ho sempre avuto le idee ben chiare fin dal momento in cui ho deciso di scrivere il libro.



10. Il suo autore del passato preferito?

Più autori del passato, hanno accompagnato le mie letture, come: Collodi, Jules Verne, ma più tra tutti Esopo.



11. Cosa ne pensa della nuova frontiera rappresentata dall’audiolibro?

Fin dal primo momento che ho saputo dell’esistenza dell’audiolibro, sono stato subito favorevole, ho pensato che potesse arrivare anche a quelle persone impossibilitate a leggere come ad esempio i non vedenti, piccoli e grandi che non sanno leggere e per chi non ha tempo.

 

 

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 


Lasciaun commento

 

Ultimi Commenti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)