Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

02 Set
Vota questo articolo
(0 Voti)

Intervista all'autore - Catello Pagano

1. Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittore?

Vengo dal mare, sono nato sull'isola di Ponza, poi mi sono trasferiti a Viareggio per la scuola alberghiera, ho girato il mondo in lungo e in largo sempre per lavoro. Come sono diventato scrittore? È stato per caso, quando mi sono ammalato passavo molto tempo in casa davanti al computer, solo allora decisi che sprecavo tempo, allora decisi di scrivere i miei libri. Il primo lo feci pubblicare da book sprint edizioni, dopo la pubblicazione mi accorsi che non era perfetto era pieno di errori, solo allora decisi di toglierlo dalla vendita, in seguiti ne ho scritti altri due li feci pubblicare da Demian edizioni con ottimo risultato di critica e di vendite. Con quest’ ultimo, “L'isola di Corallo” sono tornato alle origini.



2. Nell’arco della giornata qual è il momento che dedica alla scrittura?

Sono dormiglione, mi alzo tardi al mattino, passo il tempo con giochi e letture varie: giornali, libri. Dopo il telegiornale della sera mi metto al computer e mi dedico alla scrittura, rimetto tutti i fogli degli appunti che porto sempre dietro, una volta fatto il riassunto e scritto nel computer salvando tutto e tutti i giorni sono uguali, preferisco scrivere d'inverno quando fa freddo mi aiuta molto il tepore dei caloriferi.



3. Il suo autore contemporaneo preferito?

Fabio Volo, Erri DeLuca, Ken Follett.



4. Perché è nata la sua opera?

La mia opera è nata perché erano due anni che mi girava nella testa ed ero stufo di pensare se dovevo o no pubblicare così ho deciso ed è nata.



5. Quanto ha influito nella sua formazione letteraria il contesto sociale nel quale vive o ha vissuto?

Ha inciso in toto il vivere la mia giovinezza su l'isola di Ponza, non è stato facile ma ho scritto molto sulla mia isola.

 

1) Margherita e il principe

2) Un silenzio pieni di rumori

3) L'isola di corallo

Tutti e 3 parlano di Ponza e dei personaggi locali. Dopo questa trilogia della mia isola cambierò, mi preparo per un romanzo giallo.



6. Scrivere è una evasione dalla realtà o un modo per raccontare la realtà?

Scrivere e un evasione dalla realtà, per immergermi in avventure che ho sentito parlare che non ho vissuto direttamente.



7. Quanto di lei c’è in ciò che ha scritto?

In ciò che scrivo non c'è niente di me, sono racconti che il mio povero nonno ci raccontava nelle sere d'inverno intorno al fuoco. Il mio cervello ha inscatolato tutto e al momento opportuno si è liberato di tutto.



8. C’è qualcuno che si è rilevato fondamentale per la stesura della sua opera?

Sì come dicevo sopra, ho avuto un nonno che ci raccontava romanzi, noi eravamo 8 ragazzini molto interessati a quello che ci raccontavano.



9. A chi ha fatto leggere per primo il romanzo?

A Mia moglie.



10. Secondo lei il futuro della scrittura è l’e-book?

Secondo me sì, ma comunque vada il cartaceo non morirà. È molto bello sentire il profumo della carta e per la prima volta essere il primo ad sfogliare la tua creatura.



11. Cosa ne pensa della nuova frontiera rappresentata dall’audiolibro?

Sarà il futuro della nuova era. Io sono sempre per il cartaceo.

 

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 


Lasciaun commento

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)