Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

09 Nov
Vota questo articolo
(0 Voti)

Intervista all'autore - Viviana Bosio

1. Che cos’è per Lei scrivere, quali emozioni prova?

La scrittura rappresenta per me, fino dalla pubertà, un canale catartico rispetto a tutte le emozioni. Può essere espressione dei sogni più reconditi e delle gioie più intense, ma anche delle esperienze dolorose e di quelle traumatiche. Quando le emozioni fluiscono dall'interno e prendono la forma di parole scritte, è sempre un senso di benessere e libertà ciò che provo.




2. Quanto della sua vita reale è presente in questo libro?

Circa la metà, il resto nasce dalle storie e dalle vite dei centinaia di pazienti che ho seguito, fra cui tanti adolescenti.



3. Riassuma in poche parole cosa ha significato per Lei scrivere quest’opera.

La funzione catartica cui accennavo prima, sia per le mie esperienze di vita che per quelle raccolte dai miei pazienti.



4. La scelta del titolo è stata semplice o ha combattuto con se stesso per deciderlo tra varie alternative?

Il titolo si è scritto da solo, man mano che il romanzo prendeva forma.



5. In un’ipotetica isola deserta, quale libro vorrebbe con sé? O quale scrittore? Perché?

Difficile scegliere un solo libro ed un solo autore. Se proprio devo, mi porterei uno dei libri di Baricco, perché a mio parere è uno degli autori italiani che con il suo stile letterario riesce a descrivere in modo eccellente ogni atmosfera. Mi porterei anche Anais Nin, perché è stata una delle mie prime autrici preferite.



6. E-book o cartaceo?

Ancora cartaceo, anche se comincio ad apprezzare l'e-book.



7. Quando e perché ha deciso di intraprendere la carriera di scrittore?

Ho sempre scritto, non pensando mai di pubblicare una mia opera. Una serie di "coincidenze" significative della mia vita mi hanno fatto capire che è arrivato il momento di affiancare alla mia professione di psicoterapeuta la mia passione per la scrittura.



8. Come nasce l’idea di questo libro? Ci racconterebbe un aneddoto legato alla scrittura di questo romanzo?

Nasce dalla volontà di capire alcuni sintomi "fisici" che produce il nostro corpo, ma che in realtà provengono dalla nostra vita emotiva. Dal cercare di approfondire la conoscenza del meraviglioso linguaggio del nostro corpo.



9. Cosa si prova a vedere il proprio lavoro prendere corpo e diventare un libro?

Sicuramente molta emozione, un po' di fatica ed una sensazione piacevolissima di "creazione" oggettivata. Come un sogno notturno che prende forma e colore su uno schermo e diventa immagine.



10. Chi è stata la prima persona che ha letto il suo libro?

Una mia amica.



11. Cosa ne pensa della nuova frontiera rappresentata dall’audiolibro?

Come tutte le nuove frontiere, provo curiosità ed attrazione. Penso però che non rinuncerò mai all'emozione che mi dà la lettura di un testo scritto.  


 

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 


Lasciaun commento

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)