Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

25 Lug
Vota questo articolo
(0 Voti)

Intervista all'autore - Mariella Di Bisceglie

1. Parliamo un po’ di Lei, dove è nato e cresciuto?

Sono nata a Corato, una cittadina dell'entroterra Barese. Lì sono rimasta fino all'età di 19 anni, quando, finita la maturità classica, dopo perplessità e dubbi su ciò che sarei voluta diventare, ho deciso di partire alla volta di Roma per entrare all'ISEF. A propendere per quella decisione hanno giocato un ruolo importante l'attitudine per lo sport, il consiglio di una persona autorevole che, un giorno, vista la mia indecisione nella scelta, mi ha detto: “Scegli la strada che ti convince meno, così da persona responsabile quale sei, la percorrerai impegnandoti al massimo e nello stesso tempo non trascurerai le altre” (parlava della scrittura, del disegno ecc.)! Ma , soprattutto, l'amore. Da quei tempi risiedo a Roma, insegno Scienze Motorie in un liceo della capitale, sono sposata da 34 anni con lo stesso uomo e ho due figlie. 




2. Che libro consiglierebbe di leggere ad un adolescente?

Innanzitutto, sembra assurdo, ma ad un adolescente, che volesse imparare a scrivere, consiglierei, armato di una buona pazienza, la lettura dei promessi sposi di A. Manzoni e altri classici dello stesso calibro. Fonte di ispirazioni e modello di arte.



3. Cosa pensa della progressiva perdita del libro cartaceo a favore dell’ e-book?

Credo che entrambi siano molto validi e importanti e l'uno non debba sostituire l'altro.



4. La scrittura è un colpo di fulmine o un amore ponderato?

È un amore ponderato ma che necessita di tanto in tanto di essere riattivato da qualche colpo di fulmine.



5. Cosa l’ha spinta a scrivere questo libro?

La voglia di raccontare storie (inventate e vere) legate ad un tempo passato, in quei luoghi, con quegli usi che non ci sono più, perché le mie figlie, i miei nipoti, i miei alunni, li potessero conoscere prima che venissero persi per sempre nella memoria di chi li ha vissuti realmente.



6. Quale messaggio vuole inviare al lettore?

Sensazioni, emozioni, consapevolezze.



7. La scrittura era un sogno nel cassetto già da piccolo o ne ha preso coscienza pian piano nel corso della sua vita?

È un sogno che, probabilmente, per un momento di grazia personale, a 57 anni è saltato fuori e si è realizzato.



8. C’è un episodio legato alla nascita o alla scrittura del libro che ricorda con piacere?

Non ce n'è uno in particolare, forse vedere mia madre, ormai ottantenne, protagonista diretta e indiretta, di tutte le vicende da me narrate, provare a leggere qualche foglio appena scritto, mi ha spinto a completare il 1°libro più velocemente, e poi anche il 2°, prima che la sua lucidità venga meno. Questa potrebbe anche essere una della motivazioni. Un'altra è dare un epilogo positivo ad alcune vicende realmente accadute, i cui protagonisti, nella realtà sono stati molto sfortunati. Insomma ho voluto dare loro un'altra chance e permettergli di rivivere la loro vita.



9. Ha mai pensato, durante la stesura del libro, di non portarlo a termine?

No.



10. Il suo autore del passato preferito?

Alessandro Manzoni.



11. Cosa ne pensa della nuova frontiera rappresentata dall’audiolibro?

Credo che sia molto utile per tante persone. A me piaceva molto ascoltare alla radio la lettura di alcuni brani tratti da romanzi e commedie d'autore.  


 

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 

Lunedì, 24 Agosto 2015 | di @BookSprint Edizioni

Lasciaun commento

 

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)