Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

07 Apr
Vota questo articolo
(0 Voti)

Intervista all'autore - Paolo Nava

1. Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittore?

Vengo da un paesino della Brianza ( Monza Brianza). Mi sono diplomato in Chimica Industriale nel lontano 1970 ed ho lavorato per 43 anni in differenti Aziende chimiche Italiane e Multinazionali. Sono diventato dirigente Industriale a soli 33 anni raggiungendo anche cariche di Consigliere Delegato in tre CdA. Sono felicemente sposato da 42 anni, padre e nonno di ben 4 nipotini maschi e scatenati. Quando ho scelto di ritirarmi definitivamente in pensione dal lavoro, ho scoperto che la vita può riservare una "nuova alba" e ho deciso di mettermi a raccontare la mia intensa vita professionale,privata e spirituale con l'obiettivo di dare ad altri preziosi consigli.



2. Nell’arco della giornata qual è il momento che dedica alla scrittura?

Quando i miei nipotini dormono o sono a scuola.....



3. Il suo autore contemporaneo preferito?

Dan Brown e Oriana Fallaci



4. Perché è nata la sua opera?

Salutando un giovane collega Dirigente al momento di lasciare il lavoro, lui mi ha detto: " Carissimo, con le esperienze vissute sul campo e le sue competenze potrebbe scrivere un libro ...." Tornando a casa e riferita a mia moglie questa battuta, lei mi ha ribadito: " Paolo, questa potrebbe essere una tua sfida da affrontare proprio anche con le tue esperienze di vita " Ho iniziato a scrivere questo libro " IL MANAGER, IL BUDDA E ...QUEL FISCHIETTO CHE NON SUONO' MAI"



5. Quanto ha influito nella sua formazione letteraria il contesto sociale nel quale vive o ha vissuto?

Ha influito moltissimo perchè mi sono accorto, scrivendo questo racconto autobiografico, di aver vissuto ed attraversato in prima persona anche momenti cruciali ed importanti della vita Italiana. Dal sessantotto a scuola, ai primi scioperi degli anni settanta , alla violenza delle Brigate Rosse e Prima Linea, all'omicidio Moro, agli scadali di mani-pulite, al contesto delle Multinazionali ....fino alla ricerca di nuovi valori spirituali.



6. Scrivere è una evasione dalla realtà o un modo per raccontare la realtà?

Nel mio caso e' stato scrivere in maniera reale e veritiera il "film" della mia vita. Quindi un modo di raccontare la realtà nei minimi dettagli anche quelli personali, privati e di amore.



7. Quanto di lei c’è in ciò che ha scritto?

Tutto. E' stato come scrivere il libro davanti ad uno specchio.



8. C’è qualcuno che si è rilevato fondamentale per la stesura della sua opera?

Certamente mia moglie. Colei che alla fine di ogni capitolo si improvvisava non solo "correttore di bozze" ma spesso ispiratrice e "memoria di riserva".



9. A chi ha fatto leggere per primo il romanzo?

A mia moglie, alle mie figlie e ad un mio carissimo amico che mi ha "iniziato" sul percorso della via Buddista.



10. Secondo lei il futuro della scrittura è l’ebook?

A mio parere no. La sensazione del "cartaceo", libro o giornale, è ciò che mi fa sentire "la sostanza". Senza il cartaceo è un pò come "gettare la polpa e tenere la pelle di un frutto".



11. Cosa ne pensa della nuova frontiera rappresentata dall’audiolibro?

Vedi sopra.......

 

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 

Martedì, 07 Aprile 2015 | di @BookSprint Edizioni

Lasciaun commento

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)