Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

11 Apr
Vota questo articolo
(210 Voti)

Intervista all'autore - Alexandra Rousseau -

Che cos’è per Lei scrivere, quali emozioni prova?
Ricordo una frase di Charles Baudelaire: "Mon cœur mis à nu" (Il mio cuore a nudo). Ecco cosa rappresenta per me scrivere!
Presentare il vero volto del mio cuore, i miei sentimenti, il mio essere, senza artefatti, senza alterazioni.
Provo molte emozioni, quali pace e libertà.
Mi sembra di planare libera in un mondo ovattato.
 
Quanto della sua vita reale è presente in questo libro?
Penso che la scrittura sia lo specchio dell'anima. Anche in un libro dove viene descritta una storia completamente inventata ci sono sempre le proiezioni degli stati d'animo, dei desideri, delle paure dell'autore, Nel mio libro c'è la mia amata Germania, la mia Sicilia, dolce e amara, la difficoltà a far parte di una terra che non mi ha partorita, ma adottata, l'incapacità ad accettare gli stereotipi, le costrizioni, i pregiudizi, le credenze popolari di questa terra bella, ma orgogliosa e austera, la mia incommensurabile voglia di vivere e di amare tutto e tutti, il culto estremo della bellezza in tutte le sue forme.
 
Riassuma in poche parole cosa ha significato per Lei scrivere quest’opera.
Scrivere quest'opera ha rappresentato per me liberarmi di un cancro che portavo dentro.
È stata una terapia per curare la mia anima, un luogo dove scaricare tutti i miei sentimenti nocivi e dolorosi, dove depositare traumi inconsci, disagi, paure per poi meditare, confrontarmi, sollevarmi e rinascere come la Fenice dalle sue ceneri, migliore e più forte di prima.
In due parole "un urlo liberatorio".
 
La scelta del titolo è stata semplice o ha combattuto con sé stessa per deciderlo tra varie alternative?
La scelta del titolo è stata improvvisa, decisa, inequivocabile.
Sono state le prime gettate d'inchiostro.
Il titolo rappresenta la sostanza stessa di tutta l'opera.
 
In un’ipotetica isola deserta, quale libro vorrebbe con sé? O quale scrittore? Perché?
Il mio primo libro che ho letto è stato "Émile ou De l'éducation" ed il secondo "Du contrat social" di Jean Jacques Rousseau. Trovo fondamentale il tema dell'educazione e di uguaglianza e libertà.
Se non si forma una mente, se non si parte da una buona educazione non si può avere una società giusta.
Un buon bambino sarà un buon cittadino domani.
 
Ebook o cartaceo?
Preferisco il cartaceo, amo l'odore che si sprigiona sfogliando un libro
 
Quando e perché ha deciso di intraprendere la carriera di scrittrice?
Non ho deciso di scrivere, sono stata spinta a scrivere perché sentivo la necessità di sfogare e raccontare le mie sensazioni e le mie emozioni
 
Come nasce l’idea di questo libro? Ci racconterebbe un aneddoto legato alla scrittura di questo romanzo?
Ricordo che a 18 anni la mia adorata madrina mi regalò un quadernone con una copertina molto rigida. Mi disse: "Ecco scrivici tutto quello che vuoi"
Quella donna mi è stata vicina come una mamma, forse l'idea del libro è partita da lei!
 
Cosa si prova a vedere il proprio lavoro prendere corpo e diventare un libro?
Ho sempre detto che questo libro era la mia creatura. Prima era dentro di me, nella mia testa. Adesso è nato e può entrare nella testa del lettore.
C'è un messaggio, un insegnamento, che usa il libro come veicolo per transitare da me al mondo.
 
Chi è stata la prima persona che ha letto il suo libro?
Il mio compagno è stato il primo a leggere il libro, ma anche a seguirmi nella stesura.
 
Cosa ne pensa della nuova frontiera rappresentata dall’audiolibro?
Se recitato con enfasi o anche accompagnato da una musica dolce e rilassante, può toccare le corde più profonde del cuore

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 


14 COMMENTI

  • Link al commento andrea bastelli inviato da andrea bastelli

    tanta roba prof

    Martedì, 23 Aprile 2024 11:39
  • Link al commento Jessica inviato da Jessica

    Non ho ancora letto il libro ma l'intervista mi è sembrata molto sentita con grande emotività e sincerità
    Leggerò al più presto il libro, anche perché penso che quando una persona si espone così tanto nel raccontare il proprio vissuto (soprattutto se è un vissuto sofferto) vale la pena poterne prendere spunto per arricchire noi stessi

    Sabato, 20 Aprile 2024 12:03
  • Link al commento Irina inviato da Irina

    Perfavore votate il libro della mia profff
    E una donna fantastica vermanete carina e dolce vitate e se avete possibilita compratelo anche Grazieee

    Sabato, 20 Aprile 2024 11:49
  • Link al commento Filippo inviato da Filippo

    Per favore mettete 5 stelle alla mia professoressa, sennò mi boccia.

    Sabato, 20 Aprile 2024 11:47
  • Link al commento Claudio Balasso inviato da Claudio Balasso

    Non l'ho ancora letto, ma sicuramente sarà stupendo, come la scrittrice che ho avuto modo di conoscere personalmente come collega. Dona amorevole, empatia, brillante. Buona fortuna, Alessandra, la grande!

    Venerdì, 19 Aprile 2024 07:33
  • Link al commento Mimmo inviato da Mimmo

    Bellissimo

    Mercoledì, 17 Aprile 2024 17:54
  • Link al commento Filippo inviato da Filippo

    libro incredibibile che parla di una storia piena di sofferenza e speranza, consigliatissimo

    Lunedì, 15 Aprile 2024 13:15
  • Link al commento vitazz inviato da vitazz

    il libro migliore

    Lunedì, 15 Aprile 2024 13:14
  • Link al commento Aurelio inviato da Aurelio

    Complimenti cara Alessandra , belle parole ed delle riflessioni molto importanti , che nella tua vita ed percorso , che ai affrontato ti sei sempre distinta , X la tua preparazione che ai raggiunto con i tuoi studi . Tanti auguri X il tuo libro , ed un mondo di bene a te ed a tutti i tuoi cari . Aurelio

    Sabato, 13 Aprile 2024 10:12
  • Link al commento Alice inviato da Alice

    bellissimo

    Sabato, 13 Aprile 2024 08:20
  • Link al commento Vilma inviato da Vilma

    Una Bellissima scelta, sarebbe un gran piacere leggerlo.

    Venerdì, 12 Aprile 2024 22:09
  • Link al commento Flavio Bondi inviato da Flavio Bondi

    Consiglio di comprarlo e di leggerlo e rileggerlo tante volte. Mi raccomando compratelo

    Venerdì, 12 Aprile 2024 12:38
  • Link al commento Nicoleta inviato da Nicoleta

    5 stele

    Venerdì, 12 Aprile 2024 12:35
  • Link al commento Linda Bendin inviato da Linda Bendin

    Non ho letto il libro, ma l' intervista fatta all'autrice ha dato esiti di grande sincerità e di profondo coinvolgimento emotivo.
    L'autrice sembra si sia assolutamente rispecchiata in ciò che ha scritto e che la narrazione prodotta le abbia permesso di vivere o di rivivere una dimensione del tutto autentica, un viaggio esistenziale di cui è diventata ancora più consapevole e che l'ha riconciliata con le sue origini e con il suo presente.

    Giovedì, 11 Aprile 2024 18:07

Lasciaun commento

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2023 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)