Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

04 Giu
Vota questo articolo
(0 Voti)

Intervista all'autore - Domenica Bernardi

1. Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittore?
Penso che la vita sia fatta di sentimenti, di emozioni. Mi è sempre piaciuto descriverle. Mi piace ritrarre qualche scena, qualche momento che io chiamo magico, per raccontare qualcosa.
Credo che durante il mio percorso, non ci sia stato un vero e proprio momento nel quale abbia deciso di diventare scrittrice. É più, un bisogno, uno sfogo, un patto con me stessa.
 
2. Nell’arco della giornata qual è il momento che dedica alla scrittura?
Di per sé, non ho un momento vero e proprio che dedico durante la giornata alla scrittura delle poesie. É più una cosa spontanea che si manifesta durante l'arco della giornata.
 
3. Il suo autore contemporaneo preferito?
Mi piace leggere, leggo molto, anzi leggevo molto da adolescente...poi logicamente le cose cambiano e purtroppo in questo periodo il tempo che ho per me stessa non è molto.
A dirla tutta non ho un vero e proprio autore che mi piace particolarmente. Mi piace tutto che sento sulla mia pelle, perciò scelgo il libro ancor prima di sapere chi l'ha scritto.
 
4. Perché è nata la sua opera?
Sono una persona molto di pancia quando si parla di emozioni. Premetto che la poesia per me è un insieme di esse.
Al giorno d'oggi, siamo talmente abituati a seguire gli altri, che ci nascondiamo, che abbiamo paura di mostrarci per come siamo. So che dentro ognuno di noi, in fondo c'è uno scrigno da aprire. Basta solo trovarlo.
Di conseguenza vorrei avvicinare questo piccolo mondo, fatto da sentimenti forti, a più persone possibili, per riscattarle da una vita priva di significato. Questo è il mio scopo principale.
 
5. Quanto ha influito nella sua formazione letteraria il contesto sociale nel quale vive o ha vissuto?
Poco, pochissimo. Il campo della poesia mi piace particolarmente, perché non ha delle regole vere e proprie.
Ognuno ha il suo stile, il suo modo di esprimersi, di raccontarsi come gli pare.
É una bella libertà.
 
6. Scrivere è una evasione dalla realtà o un modo per raccontare la realtà?
Entrambe. Personalmente io scrivo per evadere dalla realtà, ma allo stesso tempo racconto della mia realtà. (Scusate il gioco di parole.)
 
7. Quanto di lei c’è in ciò che ha scritto?
Tanto. Praticamente tutto. Tantissime sensazioni vissute attraverso stati d'animo differenti. Molti momenti tristi, pieni di lacrime e altrettanti gioiosi. É il racconto del mio percorso fino a oggi.
 
8. C’è qualcuno che si è rivelato fondamentale per la stesura della sua opera?
Credo che tutto quello che ha contribuito alla stesura dell'opera sia stato super importante. Come per esempio: tutti gli stati d'animo che ho vissuto durante il mio percorso e tutte le persone che hanno creduto in me.
 
9. A chi ha fatto leggere per primo il romanzo?
Alle mie amiche e al mio fidanzato.
 
10. Secondo lei il futuro della scrittura è l’ebook?
Spero di no, nonostante sia consapevole del continuo utilizzo della tecnologia e il costo basso dell'ebook. É più conveniente e meno ingombrante di un libro cartaceo.
Personalmente sono ancora all'antica, se così vogliamo metterla. Mi piace sfogliare le pagine di un libro, sentirne l'odore e conservarlo con cura in libreria.
 
11. Cosa ne pensa della nuova frontiera rappresentata dall’audiolibro?
Mi piace, molto. Secondo me ti dà la possibilità di immergerti completamente in un altro mondo. In ogni caso comunque in un secondo momento, mi comprerei la copia cartacea.
 
 
 
 

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 

Venerdì, 04 Giugno 2021 | di @BookSprint Edizioni

Lasciaun commento

 

Ultimi Commenti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)