Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

27 Mag
Vota questo articolo
(0 Voti)

Intervista all'autore - Angelo Braccia

1. Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittore?
La mia vita va intesa come modo per decidere virtù e atti salvaguardanti il cosiddetto modo di intraprendere il libro della questione.
 
2. Nell’arco della giornata qual è il momento che dedica alla scrittura?
Al risveglio mi accomodo sul letto di preghiera e scrivo il libro sottoforma di auspicio senza dover deridere il fardello di bisogno creativo.
 
3. Il suo autore contemporaneo preferito?
Ken Follett è senza dubbio uno dei miei autori preferiti, si sottintende che non abbia ricollegato il mio libro al suo!
 
4. Perché è nata la sua opera?
La cosiddetta opera in questione si delinea il costrutto di base armoniosa e selezionate le carte in regola ci distogliamo l'attenzione di base all'astuto ascolto dell'audiolibro.
 
5. Quanto ha influito nella sua formazione letteraria il contesto sociale nel quale vive o ha vissuto?
Il libro è nato nel momento più triste della mia vita, in comunità, pertanto non desidero rilasciare informazioni verbali.
 
6. Scrivere è una evasione dalla realtà o un modo per raccontare la realtà?
Per quanto abbia scelto di rimanere in questo posto comunico che al soggetto della questione si diversificano i momento base della parola dell'incantevole libro.
 
7. Quanto di lei c’è in ciò che ha scritto?
Nella mia presunta vita ciò che scrivo non dà agli altri ciò che dico e per quanto sia notevole non mi riesco a dare il consenso per il parlare, forse per mancata sicurezza!
 
8. C’è qualcuno che si è rivelato fondamentale per la stesura della sua opera?
Amici, parenti non li ho citati ma per quanto sembra opportuno ho citato alcune persone o personaggi famosi al dunque di una mancata rimuginazione.
 
9. A chi ha fatto leggere per primo il romanzo?
Il romanzo è capitato per caso nelle mani dei miei genitori ove è stato criticato e poco percepito come poco grandioso.
 
10. Secondo lei il futuro della scrittura è l’ebook?
Secondo le più sentite regole d'avvertimento i più simpatici libri della questione sottolineano una preferenza manuale.
 
11. Cosa ne pensa della nuova frontiera rappresentata dall’audiolibro?
Per quanto mi sembra imprevisto il facile e sensato audiolibro comunico il mio piacere nel vederlo su svariate copertine.
 
 
 
 
 

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 


Lasciaun commento

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)