Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

29 Nov
Vota questo articolo
(0 Voti)

Intervista all'autore - Dèsirèe Tramontano

1. Parliamo un po’ di Lei, dove è nata e cresciuta?
Sono nata a Colleferro una piccola cittadina in provincia di Roma, vivo tutt'ora qui insieme alla mia famiglia e lavoro con loro.
 
2. Che libro consiglierebbe di leggere ad un adolescente?
Il libro è una cosa molto soggettiva, ma se proprio devo dare un consiglio direi di leggere qualche libro fantasy come “Il trono di spade” oppure Harry Potter per viaggiare con la fantasia e staccare la spina dal reale.
 
3. Cosa pensa della progressiva perdita del libro cartaceo a favore dell’ eBook?
Non sono contraria all'eBook, anche perché così si risparmia molta carta. Da un lato però mi dispiace, perché molte volte si sente proprio la necessità di sfogliare un libro cartaceo e vedere la propria libreria piena. Poi l'odore dell'inchiostro sulle pagine è un incentivo.
 
4. La scrittura è un colpo di fulmine o un amore ponderato?
Ci ho messo un bel po' per capire di amare la scrittura. Ad alcuni succede già da quando sono piccoli, ad altri come me succede molto lentamente e magari buona parte del merito è delle persone che ti sono intorno.
 
5. Cosa l’ha spinta a scrivere questo libro?
In realtà non saprei. Credo sia stata la voglia di scrivere qualcosa per evadere dalla realtà che tante volte può essere opprimente.
 
6. Quale messaggio vuole inviare al lettore?
Che la guerra non è mai la soluzione giusta per risolvere un conflitto.
 
7. La scrittura era un sogno nel cassetto giĂ  da piccolo o ne ha preso coscienza pian piano nel corso della sua vita?
Come ho detto prima per me è stata una cosa molto graduale. Ho iniziato a scuola con il laboratorio di scrittura creativa, poi però mi sono accorta che mi piaceva e così assieme a qualche amica ho continuato a scrivere piccole storie, finché non mi è venuto in mente di scrivere il libro.
 
8. C’è un episodio legato alla nascita o alla scrittura del libro che ricorda con piacere?
Beh ricordo che quando decisi di scrivere il libro ne parlai con alcuni amici stretti e loro mi diedero una mano. Praticamente ci mettemmo a tavolino con un foglio, dei nomi e dei dadi da gioco. Credo che quello fu uno dei migliori pomeriggi di sempre.
 
9. Ha mai pensato, durante la stesura del libro, di non portarlo a termine?
Sì molte volte. Dei giorni non avevo proprio voglia di scrivere e mi chiedevo se davvero volevo andare avanti, soprattutto quando notavo molti errori e quindi magari dovevo riscrivere l'intero capitolo. Alla fine però ci sono riuscita.
 
10. Il suo autore del passato preferito?
Il mio autore preferito del passato è Sir Arthur Conan Doyle, l'autore di Sherlock Holmes, personaggio che io adoro in tutte le sue sfaccettature.
 
11. Cosa ne pensa della nuova frontiera rappresentata dall’audiolibro?
Per me l'audiolibro è una cosa fantastica, molto comodo soprattutto se non hai possibilità di leggere un libro cartaceo.
 
 
 
 
 

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 

Venerdì, 29 Novembre 2019 | di @BookSprint Edizioni

Lasciaun commento

 

Ultimi Commenti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicitĂ .
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)