Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

28 Ott
Vota questo articolo
(0 Voti)

Intervista all'autore - Luca Nava

1. Parliamo un po’ di Lei, dove è nato e cresciuto?
Sono nato a Como e cresciuto ad Erba, città in provincia di Como.


 

2. Che libro consiglierebbe di leggere ad un adolescente?
Un libretto semplice sulla storia del proprio paese.


 

3. Cosa pensa della progressiva perdita del libro cartaceo a favore dell’ eBook?
Esso è dovuto ad un progressivo aumento dell'uso del digitale. Per esempio, per chi viaggia in treno, in aereo, ecc., è più comoda la versione eBook rispetto a quella cartacea.


 

4. La scrittura è un colpo di fulmine o un amore ponderato?
Personalmente una passione ponderata.


 

5. Cosa l’ha spinta a scrivere questo libro?
L'idea di offrire a chi studia l'inglese come lingua straniera, un'ulteriore mezzo per migliorare le proprie competenze e nello stesso tempo di conoscere un testo letterario importante.


 

6. Quale messaggio vuole inviare al lettore?
Di venire a conoscenza di un testo noto non solo per sentito dire, ma anche per averlo letto direttamente.


 

7. La scrittura era un sogno nel cassetto già da piccolo o ne ha preso coscienza pian piano nel corso della sua vita?
Ne ho preso coscienza nel corso della mia vita


 

8. C’è un episodio legato alla nascita o alla scrittura del libro che ricorda con piacere?
Di episodi particolari legati alla stesura del libretto a dire il vero non ne ricordo.


 

9. Ha mai pensato, durante la stesura del libro, di non portarlo a termine?
È successo stranamente il contrario. Prima di partire nell'avventura di adattare in inglese il testo, pensavo che potesse essere poco interessante, o quanto meno un argomento poco stimolante; insomma non ne ero convinto, pensavo tra me che forse il gioco non valeva la candela. Addentrandomi nel racconto mi sono reso conto del valore straordinario del testo e ho portato a termine il lavoro di adattamento in inglese convintamente.


 

10. Il suo autore del passato preferito?
Leggo, rileggo sempre con rinnovato interesse l'opera di Shakespeare.


 

11. Cosa ne pensa della nuova frontiera rappresentata dall’audiolibro?
Nel caso di testi scritti per migliorare lo studio delle lingue straniere, è una grande opportunità, che alunni e studenti, come me, in passato non avevano a disposizione.


 

 

 

 

 

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 

Lunedì, 28 Ottobre 2019 | di @BookSprint Edizioni

Lasciaun commento

 

Ultimi Commenti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)