Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

04 Gen
Vota questo articolo
(0 Voti)

Intervista all'autore - Gaetano Grano

1. Che cos’è per Lei scrivere, quali emozioni prova?
Scrivere, per me, significa trasmettere al prossimo le personali sensazioni e le proprie emozioni perché ne possa trarre beneficio sia nell'approvare che nel dissentire.
La mia più grande emozione, tra le altre, la provo dopo aver letto a distanza di tempo ciò che ho scritto, incredulo di averlo potuto scrivere io stesso.
 
2. Quanto della sua vita reale è presente in questo libro?
Le varie storie, narrate in questo libro, sono state da me vissute in prima persona.
Le storie raccontate e le specifiche situazioni verificatesi potrebbero sembrare inverosimili a molti lettori che del Paese in cui sono accadute non conoscono gli aspetti della vita reale, delle abitudini e tradizioni degli abitanti.
 
3. Riassuma in poche parole cosa ha significato per Lei scrivere quest’opera.
Le idee, i concetti e i giudizi dei cittadini della maggior parte dei Paesi del Mondo, non corrispondono alla realtà oggettiva propagandata. L'opera da me scritta, per lo meno, vorrebbe mettere in dubbio determinate credenze e far togliere dagli occhi della gente le bende che li coprono per avere una vista più chiara e obiettiva di determinate realtà.
 
4. La scelta del titolo è stata semplice o ha combattuto con se stesso per deciderlo tra varie alternative?
Quando si scrive un libro i titoli che si pensa di dargli sono molti. Nella fattispecie ho pensato al titolo che più di ogni altro fosse la foto-flash del suo contenuto.
 
5. In un’ipotetica isola deserta, quale libro vorrebbe con sé? O quale scrittore? Perché?
In un'isola deserta sarebbero tante le cose che ognuno vorrebbe avere. Così per i libri: uno solo farebbe ignorare infinite realtà.
 
6. Ebook o cartaceo?
Senza dubbio il cartaceo.
 
7. Quando e perché ha deciso di intraprendere la carriera di scrittore?
Non certamente di recente. Ho cominciato durante gli anni universitari senza poter giungere, purtroppo, ad un epilogo. Gli impegni professionali, in seguito, hanno tenuto lontano la possibilità di eventuali pubblicazioni.
 
8. Come nasce l’idea di questo libro? Ci racconterebbe un aneddoto legato alla scrittura di questo romanzo?
Con disappunto, amarezza e disapprovazione nei riguardi del comportamento di persone non oneste, ho colto le occasioni per reagire contro determinati comportamenti che dette persone usano in maniera sistematica. Non mi piace sorvolare o far finta di niente di fronte all'immoralità, all'illegalità, alla prevaricazione di esseri incivili nei confronti di coloro che sono a essi discordanti per cultura ed educazione.
Ogni racconto, certamente, è assimilabile ad un aneddoto.
 
9. Cosa si prova a vedere il proprio lavoro prendere corpo e diventare un libro?
Si è spiritualmente soddisfatti e paghi. La ricompensa per il traguardo raggiunto trascende ogni velleità commerciale che ne potrebbe derivare.
 
10. Chi è stata la prima persona che ha letto il suo libro?
Non poteva non essere che una persona di fidata amicizia e stima.
 
11. Cosa ne pensa della nuova frontiera rappresentata dall’audiolibro?
Mi ricorda le favole raccontate dai nonni che si ascoltavano durante l'infanzia: a volte incantevoli, a volte stupefacenti, a volte noiose.
 
 

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 

Mercoledì, 16 Gennaio 2019 | di @BookSprint Edizioni

Lasciaun commento

 

Ultimi Commenti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)