Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

03 Mag
Vota questo articolo
(0 Voti)

Intervista all'autore - Gianni Stano

1. Parliamo un po’ di Lei, dove è nato e cresciuto?
Sono nato e cresciuto a Santeramo in colle dove ho trascorso la mia esistenza fino ad ora. Sin da bambino ho frequentato con piacere e divertimento l'oratorio salesiano San Giovanni Bosco sito nel mio paese fino all'età di 17 anni praticando calcio ma imparando le regole e la praticità di tanti altri sport, sono stati anni davvero indimenticabili.
Ho conseguito la maturità tecnico industriale avendo però una certa propensione per le materie umanistiche.
 
2. Che libro consiglierebbe di leggere ad un adolescente?
E' una età importante in cui ci si appresta a diventare grandi, quindi ritengo opportuno che tutti i ragazzi leggano o quanto meno conoscano il diario di Anna Frank affinché l'orrore accaduto non si ripeta mai più e che tra gli uomini non esistano più odi raziali di nessun genere.
 
3. Cosa pensa della progressiva perdita del libro cartaceo a favore dell’ eBook?
La cosa va di pari passo coi tempi che corriamo, siamo immersi nella tecnologia e oramai sembra proprio di non poterne fare più a meno ma il fascino del libro cartaceo non tramonterà mai spero, gli amanti del libro come tale ci saranno sempre, l'odore della carta, il contatto delle pagine e il poterlo custodire in una libreria sono cose che secondo me l'eBook non potrà darti mai.
 
4. La scrittura è un colpo di fulmine o un amore ponderato?
Nel mio caso direi proprio che sia un amore ponderato nel senso che la cosa è andata crescendo gradualmente.
 
5. Cosa l’ha spinta a scrivere questo libro?
In realtà non c'è qualcosa in particolare che mi ha spinto a scriverlo è nata poco a poco l'idea.
 
6. Quale messaggio vuole inviare al lettore?
Il messaggio è quello che nella vita è sempre giusto aver un comportamento corretto col prossimo, che l'amicizia e la famiglia sono importantissimi, che con l'ausilio della musica si possono superare anche momenti difficili e che per ognuno deve arrivare il momento di intraprendere la sua strada di vita anche se questo può comportare difficoltà ma sicuramente lo renderà uomo.
 
7. La scrittura era un sogno nel cassetto già da piccolo o ne ha preso coscienza pian piano nel corso della sua vita?
Da piccolo non c'ho mai pensato, la coscienza è iniziata a subentrare quando in fabbrica dove lavoro ho iniziato a scrivere, sul giornalino periodico, poesie inerenti la vita dello stabilimento appunto, la cosa è andata avanti per tre numeri del periodico, dopodiché l'ho abbandonato ma dentro di me è cominciato a germogliare l'idea di scrivere una storia.
 
8. C’è un episodio legato alla nascita o alla scrittura del libro che ricorda con piacere?
Si una sera delle tante rientrato a casa sentii la voglia di iniziare a stendere una storia anche se non sapevo in realtà cosa avrei scritto ma mi sedetti e iniziai a fantasticare sulla mia di vita.
 
9. Ha mai pensato, durante la stesura del libro, di non portarlo a termine?
Molte volte, anzi era un pensiero fisso quello che non avrei mai concluso il libro, lasciandolo addirittura diversi anni in sospeso prima di riprenderlo con convinzione e portarlo a termine.
 
10. Il suo autore del passato preferito?
Forse Agatha Christie è stata quella che più mi ha appassionato nella lettura ma non posso non menzionare il mio fumetto preferito Dylan Dog di Tiziano Sclavi.
 
11. Cosa ne pensa della nuova frontiera rappresentata dall’audiolibro?
Penso che sia una cosa molto bella e non solo per i non vedenti, perché può permettere magari a chi non ha una facilità di lettura o per chi è pigro nel farla o per chi non ha tempo, di poter conoscere tanti libri magari anche facendo altro.


Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 

Giovedì, 03 Maggio 2018 | di @BookSprint Edizioni

Lasciaun commento

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)