Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

13 Ott
Vota questo articolo
(0 Voti)

Intervista all'autore - Luigi Santamaria

1. Parliamo un po’ di Lei, dove è nato e cresciuto?

Sono nato a Roma, ma le mie origini sono del sud dell' Italia. Entrambi i genitori, tuttora viventi, sono nati nello stesso paese situato in provincia di Foggia. Sono il primogenito di una sorella, nata nel mese di luglio del '64 e di un fratello nato a febbraio del '72. Mio padre si è trasferito a Roma per lavoro dal Gargano, già nel lontano 1957 raggiunto poi da mia madre nel '62. Purtroppo mio nonno materno morì nel '60, cosicché' io ed i miei fratelli, non abbiamo avuto la possibilità di conoscerlo. Per questo siamo nati tutti e tre a Roma, nell' attuale ospedale Cristo Re, zona Aurelio - Boccea, a pochi chilometri di distanza dal Vaticano. Sono stato sempre una persona dedita allo studio, alla scuola, e alla solidarietà verso i diversamente abili, come operatore in una ONLUS nata nella parrocchia del mio quartiere. Ho giocato come calciatore nelle giovanili di una squadra del mio quartiere, poi la mia infanzia, l'ho trascorsa fino ad oggi, lavorando come dipendente del Ministero della Difesa Aeronautica. Nel frattempo mi sono sposato con mia moglie Barbara, casalinga, a cui è dedicata la prima raccolta di poesie, già edita, dal titolo "Percorsi DiVersi" ed abbiamo avuto tre figli, che oggi hanno 14,12 e 10 anni.



2. Che libro consiglierebbe di leggere ad un adolescente?

Un vero titolo, pur avendo quasi sempre almeno letto un libro all' anno, non lo saprei indicare... Credo però che “Il Piccolo Principe” e “Va dove ti porta il cuore”, siano da leggere, almeno una volta nella vita.



3. Cosa pensa della progressiva perdita del libro cartaceo a favore dell’ eBook?

Personalmente penso che si è pubblicizzato molto l' e-book a discapito del libro cartaceo che una volta sfogliato, è sempre affascinante da leggere. Sbagliamo pure noi, che quando bisogna fare un regalo, soprattutto ai giovani, dovremmo regalare un bel libro invece di un oggetto elettronico, tipo pc, telefono o e-book.



4. La scrittura è un colpo di fulmine o un amore ponderato?

La mia scrittura è un po' a metà tra un colpo di fulmine ed un amore più che ponderato, direi sempre sognato di farlo, ma mai fatto visti gli impegni lavorativi e familiari.



5. Cosa l’ha spinta a scrivere questo libro?

Quello che mi ha spinto a scrivere il mio primo libro dal titolo "Percorsi DiVersi ", è stato in primis di dedicare a mia moglie, tramite versi appunti, una raccolta di poesie che mi facesse ricordare i trascorsi amorosi con lei. Poi certamente di parlare, a me stesso ed al lettore, di un sentimento come l'amore, importante nella vita di ogni persona. Le mie poesie, comunque sono state scritte pure a mio padre e mia madre, e la prossima raccolta di poesie, già inviatavi, dal titolo all' inverso, " DiVersi Percorsi" , la dedicherò ai miei tre figli sperando che anch'essi, possano un giorno, pensare al proprio padre, alla propria madre ed al sentimento più bello, misterioso, etc... come l' amore.



6. Quale messaggio vuole inviare al lettore?

Il messaggio che voglio inviare al lettore, è quello di avere sempre in mente e nel proprio cuore, la voglia e la capacità oggettiva e sensoriale di amare ed essere amati.... Ognuno secondo quanto ha imparato dalle proprie esperienze di vita... Perché almeno un 'istante, possiamo e dobbiamo amare ed essere amati.



7. La scrittura era un sogno nel cassetto già da piccolo o ne ha preso coscienza pian piano nel corso della sua vita?

La scrittura è stata sempre un sogno nel cassetto ed è stato per me proprio così... Ne ho preso coscienza pian piano nel corso della mia vita. Ed appena mi si è presentata l' occasione, la voglia ed il tempo occorrenti... Ho scritto il mio primo libro che mi è e vi è piaciuto molto vista la bella recensione che mi avete fatto. Come già espresso sopra, vi ho inviato una seconda raccolta di poesie... Spero tanto che prima di Natale 2017, riesca a scriverne una terza, così da formare una trilogia di libri, a cui ancora non so dare un titolo.



8. C’è un episodio legato alla nascita o alla scrittura del libro che ricorda con piacere?

Fondamentalmente non esiste un chiaro e preciso episodio che mi abbia indotto a scrivere il libro. Penso più di sicuro alla mia abilità di scrittura e capacità di fissare frasi importanti che poi snocciolano le varie tematiche, dell' amore e non solo, nel caso delle poesie scritte agli anziani genitori. Più che altro affermare il fatto che è molto più semplice se si cresce nel l' amore... E questo è il messaggio dedicato alla mia famiglia ed al lettore.



9. Ha mai pensato, durante la stesura del libro, di non portarlo a termine?

Non ho mai pensato di non ultimare il mio lavoro, quindi di non portarlo a termine... Perché ripeto non ho mai avuta questa sensazione. Anzi giuro che per me è stato estremamente facile ma decisamente faticoso redigere questa prima raccolta di poesie.



10. Il suo autore del passato preferito?

In assoluto come autore del passato, ma molto passato direi, scelgo tra i miei preferiti, Giacomo Leopardi... Ma comunque non da meno Ungaretti, Foscolo, Montale, Carducci... Cioè direi i veri scrittori e poeti italiani.



11. Cosa ne pensa della nuova frontiera rappresentata dall’audiolibro?

Una frontiera dell' audiolibro, dove credo il lettore si fermi... cioè proprio l'ultima frontiera in ordine di tempo... E se si tornasse al libro cartaceo? Chi vivrà, vedrà...

 

 

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 

Venerdì, 13 Ottobre 2017 | di @BookSprint Edizioni

Lasciaun commento

 

Ultimi Commenti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)