Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

10 Lug
Vota questo articolo
(1 Vota)

Intervista all'autore - Silvia Trentin

1. Che cos’è per Lei scrivere, quali emozioni prova?

Per me scrivere è naturale, come respirare. La scrittura rappresenta un mondo alternativo dove posso vivere una vita che non mi appartiene e dove la fantasia crea sempre nuove emozioni. Mi ritrovo spesso con un foglio bianco davanti, che aspetta solo di essere riempito da frasi che creano sempre storie diverse, mondi più o meno emozionanti, che raccontano ogni sfaccettatura bella e butta della vita. Scrivere quelle storie, per me, è raccontare le vite delle persone che non conosco. Vite che dovrebbero essere lette.



2. Quanto della sua vita reale è presente in questo libro?

Il libro è pura fantasia, arricchita da piccoli particolari che mi rappresentano. Come, per esempio, l'ambientazione in quell'isola Smeraldo: l'Irlanda, e il colore vivace dei capelli della protagonista, Sunshine.



3. Riassuma in poche parole cosa ha significato per Lei scrivere quest’opera.

Scrivere questo libro è stato un sogno diventato, parola dopo parola, realtà.



4. La scelta del titolo è stata semplice o ha combattuto con se stesso per deciderlo tra varie alternative?

La scelta del titolo "Lui, il mio principe" è stata spontanea. Tutta la storia si snoda a partire da questo titolo, dall'affetto smisurato dei protagonisti e dai nomignoli che usano.



5. In un’ipotetica isola deserta, quale libro vorrebbe con sé? O quale scrittore? Perché?

Domanda difficile. Probabilmente vorrei con me "Bianca come il latte Rossa come il sangue" di Alessandro D'Avenia, il libro che mi ha avvicinato alla lettura e, di conseguenza, alla scrittura. Difficilmente, però, vivrei senza i libri di Jennifer L. Armentrout e Jamie McGuire, autrici fondamentali allo sviluppo del mio stile di scrittura.



6. E-book o cartaceo?

Cartaceo per la vita. Niente batte il profumo della carta e il piacere di sfogliare le pagine, rendendole vissute.



7. Quando e perché ha deciso di intraprendere la carriera di scrittore?

È difficile rispondere ad una domanda del genere, quando non si sa il punto di partenza. Il piacere di scrivere non è nato su due piedi, ma si è sviluppato pian piano con il passare del tempo.



8. Come nasce l’idea di questo libro? Ci racconterebbe un aneddoto legato alla scrittura di questo romanzo?

La stesura di questo libro è cominciata nel 2014 come breve racconto senza trama, ma, con il passare dei capitoli, si è trasformato in questo romanzo.



9. Cosa si prova a vedere il proprio lavoro prendere corpo e diventare un libro?

Un'immensa soddisfazione. Poter sfogliare le pagine riempite dalle mie frasi è un sentimento indescrivibile, gioia pura.



10. Chi è stata la prima persona che ha letto il suo libro?

La mia migliore amica, colei che mi aiutava durante i miei piccoli "blocchi dello scrittore", dandomi della parole sconnesse e puramente casuali. Parole come 'trattore', 'verde', 'gatto', 'pennelli', 'cavatappi' e molte altre. Non smetterò mai di ringraziarla per aver letto con pazienza il libro e avermi sostenuto emotivamente durante la scrittura di ogni capitolo.

 



11. Cosa ne pensa della nuova frontiera rappresentata dall’audiolibro? 

È un servizio molto valido perché dona, anche a chi non può leggere, la possibilità di intraprendere viaggi nei mondi raccontati dai libri e di vivere emozioni sempre diverse.  

 

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 


Lasciaun commento

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)