Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Logo
Stampa questa pagina
16 Nov
Vota questo articolo
(1 Vota)

Il Resto del Carlino recensisce Mario Pennacchietti

È arrivato sul “Resto del Carlino”, Mario Pennacchietti. “La vita, le sue emozioni, e poi…”, pubblicato per BookSprint Edizioni, è un lavoro originale che racconta gli eventi del nostro tempo attraverso il filtro della poesia. È un’occasione per rivivere i fatti che hanno segnato la storia recente in chiave inedita.

Gli eventi del mondo esterno si inscrivono in un’interiorità sensibile, e in tal modo Mario Pennacchietti si fa portavoce di quelle emozioni che tutti noi abbiamo provato in quei momenti.

“Il Resto del Carlino” ricorda come nel testo siano presenti «fatti di cronaca, a partire dal terremoto di L’Aquila del 2009». Sempre nelle pagine del quotidiano, Pennacchietti rivela di aver scritto questo libro «per condividere con altre persone le mie sensazioni».

 

Sabato, 16 Novembre 2013 | di @Carmine Morriello