Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Logo
Stampa questa pagina
23 Gen
Vota questo articolo
(1 Vota)

Il Libro Numero Zero

Il Libro Numero Zero © violetkaipa

Il Libro Numero Zero non ha immagini di copertina né ISBN. Non è mai stato in testa alla classifica degli ultimi libri usciti, anche se ogni editore vorrebbe stamparlo, ogni scrittore emergente vorrebbe emularlo. Nessuno sa quante pagine lo compongano, poiché alcune sono state consumate dal tempo, altre sono fresche di inchiostro. Parla la Lingua sorgiva, che nessuno conosce ma che ognuno comprende, perché è quella la lingua madre per eccellenza, il codice assoluto con cui si esprime lo spirito universale.

Il suo autore è antico quanto un dio, è forte quanto un dio. La sua mano sgorga dai recessi del tempo, l’ha visto nascere, l’accompagna, lo sente scorrere tra le dita. Ed è quella l’unica mano a conoscere il segreto del Libro. Nel fluire incessante dei suoi capelli si anima il mistero dell’inconoscibile.
Si dice che la lettura di poche parole consentirebbe l’accesso fulminante a un sapere smisurato, tale da sconvolgere i limiti dell’angusta coscienza umana. Una sola riga potrebbe essere fatale a ogni mortale. Si dice che solo alcuni tra i più grandi autori di tutti i tempi siano riusciti a intuire la visione di poche lettere del Libro, e tanto è bastato ad aprire le loro menti a un’ispirazione altrimenti inconcepibile.
Molti continuano a cercare il libro, scavano nei secoli alla ricerca dello scrigno del tempo. Alcuni giurano di averne posseduto un frammento, ma nessuno gli crede. Altri ritengono che sia inutile cercare e riscrivono pagine dettate da oscure entità. I più hanno smesso di cercare, perché credono che il Libro Numero Zero non sia mai esistito, e forse è meglio così.

 

Mercoledì, 23 Gennaio 2013 | di @Carmine Morriello