Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Logo
Stampa questa pagina
30 Ago
Vota questo articolo
(1 Vota)

Da costa a costa, un viaggio dall'Adriatico al Tirreno

Da costa a costa, un viaggio dall'Adriatico al Tirreno © drubig-photo

«L e D, i due eroi […] un bel giorno decidono di fare una crociera da costa a costa, da quella adriatica nientepopodimeno che a quella tirrenica.»
Uno psicoterapeuta e il suo paziente viaggiano per mare, scrivendo un diario a quattro mani. Parlano forse di Super Io, regressione, nevrosi? Non proprio. Basti pensare che è proprio L, lo psicoterapeuta, a trovarsi disteso sul lettino con una gamba rotta, e a dover dipendere da D, suo cliente. I ruoli si invertono, il setting terapeutico salta, e in questo viaggio Da costa a costa può davvero accadere di tutto.

Meloleggo.it sfoglia il libro della nostra casa editrice, e si diverte un mondo. Una scrittura spassosa, comica ma profonda, con escursioni fuori programma e avventure impensate, alla ricerca del modo giusto di prendere la vita, in compagnia di una coppia un po’ sgangherata, ma tanto simpatica.
«L e D [..] se la spassano tutto il tempo, sembrerebbe. Per esempio fanno scalo a Mdina, sull’isola di Malta, dove incontrano numerosi gruppi di turisti, ma neppure l’ombra di un abitante del luogo. Probabilmente nella verità molti perderebbero la pazienza. E soprattutto, se dovessero raccontarlo, descriverebbero magari tale tedesco dalle calzette di spugna, o tale dama intenta nell’acquisto di un magnete.»
Nel momento di inviare il manoscritto, Lorenzo Bracco e Dario Voltolini forse non immaginavano che il loro viaggio sarebbe giunto alle porte del Premio Strega. La recensione di Meloleggo.it è una conferma ulteriore del valore della loro opera. Tanto che l’autrice del pezzo, Gessica Franco Carlevero, arrivata all’ultima pagina, ci dice che «alla fine dei bei libri i protagonisti ci sembra sempre di conoscerli, e spiace non sapere più loro notizie.»

 

Leggi l'articolo completo cliccando qui

 

 

 

 

 

Martedì, 24 Settembre 2013 | di @Carmine Morriello