Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Logo
Stampa questa pagina
30 Mar
Vota questo articolo
(0 Voti)

Intervista all'autore - Sara Guglielmino -

Parliamo un po’ di Lei, dove è nata e cresciuta?
Diciamo che come avevo detto in precedenza ho sempre scritto e questo libro era in corso da sei anni. Solo durante il periodo della quarantena ho ''metabolizzato'' l'idea di dare vita ad un libro. Mi ha sempre intimidito parlare di me, dei miei pensieri, sensazioni. Ma dopo che ho iniziato a notare quanto il mio pensiero fosse influente su alcune persone ho deciso di aprire alcuni lati di me che fino ad adesso avevo tenuto nascosti.

 
Che libro consiglierebbe di leggere ad un adolescente?
Credo che la lettura sia estremamente soggettiva, ognuno di noi è attratto da cose in base a come si è dentro. Però se posso esprimere un consiglio, credo che talvolta ci si può buttare in cose che non avremmo mai pensato facessero al caso nostro. Stessa cosa con un libro, ci si può lasciare sorprendere da libri che abbiamo apparentemente snobbato per poi scoprire o avere nuovi stimoli che non pensavamo di trarne. Consiglierei magari letture che stimolino l'io, che possano svegliarci qualcosina dentro. Consiglierei libri che imparino a vivere, imparino ad ascoltarci, a spronarci in nuovi campi, rispetto alle solite storie, romanzi, fantasy...che per quanto belli e appassionabili essi possano essere penso ci siano rami più stuzzicanti animalmente parlando.
 
Cosa pensa della progressiva perdita del libro cartaceo a favore dell’ eBook?
Di mio amo i libri cartacei, la tecnologia è bella, rapida e talvolta anche comoda. Ma amo le tradizioni, le cose ''antiche'' rispetto alle moderne e la mia preferenza sarà sempre il cartaceo.
 
La scrittura è un colpo di fulmine o un amore ponderato?
Potrebbe essere ambe le cose ma magari una volta si ha così tante cose in testa da voler esprimere che potrebbe far si' da considerarlo ''colpo di fulmine'' e ponderato quando si scrive quando si necessita o si è semplicemente ispirati. Ad oggi non riuscirei nemmeno io a definirla ma so che c'è e parte da me quando necessito.
 
Cosa l’ha spinta a scrivere questo libro?
Ciò che mi ha spinto a scrivere il libro è stato proprio il senso di sentirmi incompresa sempre, nelle situazioni e con le persone e ciò spingeva me a restare nel mio e non aprirmi mai completamente. Dicevo e mostravo sempre poco rispetto a quanto sentivo dentro ma per me è stata anche una gran forma di tutela. Col tempo ho capito che forse ero anche io a non aprirmi tanto a non lasciarmi comprendere laddove potevo farlo. Ho sempre avuto un'estrema difficoltà nei riguardi delle emozioni ed esternarle e la scrittura è sempre stata il mezzo migliore per poterlo fare in maniera più pura e libera.
La ricerca di me stessa è stata anche una spinta, cerco sempre nuove sfaccettature di me poiché penso che non termineranno mai se siamo in continuo stimolo.
 
Quale messaggio vuole inviare al lettore?
Voglio trasmettere che bisogna sempre andare oltre, oltre le apparenze, oltre il giudizio, oltre i periodi bui. Voglio fa capire che c'è sempre altro dietro ogni singolo individuo, dietro ogni situazione, dietro ogni giorno che la vita ci offre. Voglio trasmettere che apprezzo davvero tutto quel che la vita mi ha donato, le prove da superare, le persone che mi ha posto. Da ogni persona he ho incontrato seppur con breve permanenza mi ha dato consapevolezza. Amo cogliere i dettagli in tutto e in ogni situazione con il mio essere super riflessiva ho afferrato sempre qualcosa. Voglio imparare qualcosa a qualcuno, essere ricordata per aver trasmesso un briciolino di me a qualcuno. Voglio che le persone imparino a lasciare andare il male che hanno, farne una consapevolezza e passare alla successiva avventura. Non sarà mai tutto facile ma non bisogna perdere noi stessi, la nostra luce, il nostro bene.
Voglio trasmettere l'amore per le cose, per i dettagli, le piccolezze che abbiamo di fronte a noi ogni giorno e per la vita, cercando di riaffiorare in loro la gioia, non solo mentre leggono le righe fra le paginette ma bensì anche dopo poiché non bisogna mai scordarsi di cosa un minimo ci ha animato dentro.
Anche le situazioni burrascose possono sfociare nella bellezza più totale.
 
La scrittura era un sogno nel cassetto già da piccola o ne ha preso coscienza pian piano nel corso della sua vita?
A dir la verità mi è sempre piaciuta la letteratura, l'italiano e leggere. M'ispirò fortemente la mia maestra delle elementari, lei aveva scritto 3 libri, ricordo che li comprai tutti e tre e aveva tutta la mia stima. Ma vedevo lontana questa cosa nei miei riguardi, perciò si, ne ho preso coscienza pian piano nel corso della mia vita.
 
C’è un episodio legato alla nascita o alla scrittura del libro che ricorda con piacere?
Ciò che ricordo con piacere è proprio quando in svariati momenti mi mettevo a scrivere nei giardini e le persone mi chiedevano cosa stessi facendo. Per me erano semplicemente dei momenti che ritagliavo per me stessa o necessitavo comprensione.
 
Ha mai pensato, durante la stesura del libro, di non portarlo a termine?
Si, purtroppo delle volte mi sottovaluto parecchio e ciò mi mette faccia a faccia con le forme di auto sabotaggio che mi ritrovo ma vado a compensare ciò con la voglia di spronarmi e imbattermi in cose a me sconosciute per vedere dove esse possano portarmi.
 
Il suo autore del passato preferito?
Non ho un autore ben preciso ho sempre letto a sensazione però da piccola uscivo pazza per Geronimo Stilton :))
 
Cosa ne pensa della nuova frontiera rappresentata dall’audiolibro?
Penso sia un nuovo modo di entrare a contatto con la lettura, potrebbe rivelarsi molto utile in alcuni casi. Ad esempio delle volte io adoro addormentarmi con dei podcast come sottofondo, Inoltre trovo affascinante ascoltare belle narrazioni con dei toni di voce particolari, oltre al testo anche la voce può essere definita un piacere.

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 

Mercoledì, 30 Marzo 2022 | di @BookSprint Edizioni