Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Logo
Stampa questa pagina
07 Mag
Vota questo articolo
(0 Voti)

Intervista all'autore - Anna D’Ambrosio

1. Che cos’è per Lei scrivere, quali emozioni prova?
Scrivere per me è una passione da poco scoperta, un mondo completamente nuovo che piano piano sto cercando di esplorare e padroneggiare. Scrivere mi fa sentire viva, vera ma in particolare mi trasmette tanta energia positiva e la giusta motivazione di sentirmi qualcuno nella vita.
 
2. Quanto della sua vita reale è presente in questo libro?
Il mio racconto è autobiografico al 100%. Ho narrato e descritto nei minimi particolari tutti i sentimenti e le emozioni vissute in quel determinato periodo della mia vita.
 
3. Riassuma in poche parole cosa ha significato per Lei scrivere quest’opera.
Scrivere quest’opera e’ stata una rinascita, una sorta di riscatto per me stessa perche’ mi ha dato la possibilita’ di mettermi in gioco e di farmi conoscere per la persona che sono e non per quella che posso apparire agli occhi degli altri. Quindi quest’opera e’ stata a tutti gli effetti, a prescindere dal risultato, per me una grandiosa soddisfazione personale!
 
4. La scelta del titolo è stata semplice o ha combattuto con se stesso per deciderlo tra varie alternative?
No, assolutamente! Sin dal primo momento c’era fisso nei miei pensieri, solamente un titolo che poi è stato quello decisivo!
 
5. In un’ipotetica isola deserta, quale libro vorrebbe con sé? O quale scrittore? Perché?
Anche se potrò sembrare un’odiosa narcista, credetemi non lo sono, porterei il mio libro perchè mi fa ritornare indietro nel tempo facendomi rivevere esattamente d’accapo, il mio intrepido ciclo di vita!
 
6. Ebook o cartaceo?
Il cartaceo perchè la pagina sfogliata tra le dita e l’odore dell’inchiostro non ha prezzo!
 
7. Quando e perché ha deciso di intraprendere la carriera di scrittore?
Da come ho descritto nel mio racconto, decisi d’iniziare grazie un sogno che avevo fatto la sera precedente, puo’ sembrare strano anzi assurdo ma non e’ altro che pura verita! Il mattino seguente mi svegliai e iniziai a scrivere e da li’ non smisi piu’! Appunto, è bastato un sogno per farmi intraprendere questa carriera! Incredibile ma vero!
 
8. Come nasce l’idea di questo libro? Ci racconterebbe un aneddoto legato alla scrittura di questo romanzo?
Ribadisco quanto ho scritto nella domanda 7.
 
9. Cosa si prova a vedere il proprio lavoro prendere corpo e diventare un libro?
Di sicuro ti esclude l’idea la possibilita di sentirti una buona-annulla! Per quanto mi riguarda mi fa sentire appagata e pienamente soddisfatta delle tue doti.
 
10. Chi è stata la prima persona che ha letto il suo libro?
Il mio compagno, restando completamente meravigliato. Non se l’aspettava di vedere scritto in libro, la nostra storia! È stato super emozionante.
 
11. Cosa ne pensa della nuova frontiera rappresentata dall’audiolibro?
Di sicuro è un approccio molto rivoluzionario per i non vedenti!
 
 
 
 

Acquista il Libro sul nostro ecommerce