Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

29 Mag
Vota questo articolo
(0 Voti)

Intervista all'autore - Salvatore Castellano -

Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittore?
Laureato in giurisprudenza, studioso autodidattico di teologia filosofia psicologia sociologia, amante del classico e dell’umanesimo,
sin da giovane si distingue per sensibilità profondità osservazione di fatti e persone con analisi interiore induttiva alla luce del messaggio evangelico dell’amore-comunione, ricevendo encomi da professori universitari nelle materie sopramenzionate, e analitico deduttivo nel confronto relativismo-assolutismo, ove riconosce l impossibilita per la fragilità umana di potere superare il vacuo umano se non nella pratica assidua e collettiva e perenne della Carita, Virtù di sola vera condivisione e sconfitta di barriere umane materiali e psicologiche. Papà affettuoso, nonno premuroso. Nasce a Meta priv di Napoli ai piedi dei Monti Lattari che profumati da oliveti aranceti e limoneti, dolci si vanno ad adagiare sulla spiaggia di Alimuri, dallo storico Alì saraceno che ivi trovo la morte.
 
Nell’arco della giornata qual è il momento che dedica alla scrittura?
Mi dedico quando il cuore mi parla nell’ascolto trascendentale della Sua Verità da portare come discepoli a tutti con pazienza e perseveranza.
 
Il suo autore contemporaneo preferito?
Non preferisco autori contemporanei ma quelli del romanticismo e verismo, veri autentici timbri silenziosi di sentimenti ed emozioni vive nei cuori e fortemente radicate e piantate.
 
Perché è nata la sua opera?
La mia opera è nata per la sofferenza di mia figlia nata con un deficit mentale e per le conseguenti incapacità di soffrire da parte di qualcuno che hanno determinato una distruzione familiare che mai si cicatrizzerà nel mio cuore.
 
Quanto ha influito nella sua formazione letteraria il contesto sociale nel quale vive o ha vissuto?
Moltissimo giacche' la cultura viene dalla vita da accogliere, superare meditare e perdonare.
 
Scrivere è una evasione dalla realtà o un modo per raccontare la realtà?
Scrivere la realtà ma superarla con la perseveranza alla Carita evadendo così a una dimensione superiore e trascendentale che tuttavia non è utopia ma l’autentica concretezza. Fin quando l 'Umanità scherza e deride tale concretezza, a nulla varranno gli ipocriti convegni e sforzi per una autentica Pace Universale. Occorre una rivoluzione interiore di forte sensibilità universale radicata in cuori tutti di consapevole e responsabile unita di tutti in tutto cancellando ogni tipologia di differenziazione in quanto figli di un Unico Dio che ha donato tutto a tutti abiurando la differenza.
 
Quanto di lei c’è in ciò che ha scritto?
Moltissimo.
 
C’è qualcuno che si è rivelato fondamentale per la stesura della sua opera?
Mia figlia, la sua sofferenza, il nostro dolore.
 
A chi ha fatto leggere per primo il romanzo?
Ai sacerdoti che la hanno snobbata dopo le prime pagine giacche le loro vesti danno onnipotenza ad essi altro che testimonianza missionaria di "Amatevi gli uni e gli altri". Predicatori si, Carità assente.
 
Secondo lei il futuro della scrittura è l’ebook?
Non mi piace. La lettura silenziosa può fare scaturire meditazione e radicare nei cuori sentimenti ed emozioni indelebili.
 
Cosa ne pensa della nuova frontiera rappresentata dall’audiolibro?
No audiolibro che può distrarre. Come detto la lettura silenziosa può scuotere il cuore alla meditazione e ad una crescita spirituale ed essere timbro indelebile di sentimenti ed emozioni che, mi auguro buone e costruttive ma di cui sono anche scettico considerata la grande considerazione che la tecnologia oggi ha per cui educazione familiare e scolastica tendono solo alle formalità opulenti, di aggressività, di egoismo ed onore, esprimenti oggi ciò che l’uomo vuole chiamare “libertà e dignità”

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 


Lasciaun commento

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2023 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)