Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

19 Ago
Vota questo articolo
(1 Vota)

20 righe, una storia, tante idee.Come andrà a finire?

20 lines 20 lines © Pixelbliss

Immagina di incominciare a scrivere una storia. Butti giù una frase, poi un’altra. Attacco graffiante, suona bene, sei proprio in vena. Già vedi il momento in cui invierai il manoscritto alla casa editrice, ti sembra quasi di toccare il tuo libro pubblicato.  Ma a un certo punto qualcosa si inceppa, le idee se la danno a gambe, si sparpagliano nei prati della tua mente. Provi a riprenderle, ma è tutto inutile. Metti da parte la storia, con tutte le buone intenzioni di riprenderla l’indomani. Ma il giorno seguente ti accorgi di non riuscire più a continuare, così ne inizi un’altra e cerchi di metterti l’animo in pace e dimenticare quell’incipit pieno di promesse.
Ma perché farla finita così?

Recupera le prime venti righe della tua storia e buttatele su 20lines. E a quel punto stai a vedere cosa succede. Come per magia la storia continuerà da sé, a colpi secchi di venti righe per volta.
Ma cosa sta succedendo?
Semplice. Sei appena entrato nel nuovo social network fatto di “scrittori, lettori, sognatori”. La tua storia è entrata nella testa di qualcun altro, lo ha ispirato e lo ha spinto a continuare. E magari, quando sarà finita, un editore la farà diventare in libro vero. Mica male per una storia destinata a morire, vero?
E non finisce qui. Pagina dopo pagina, la narrazione si arricchisce di foto, video, colonna sonora. E così la tua storia – che ormai non è più soltanto tua – diventa un racconto sociale e multimediale. E chissà come andrà a finire.
E ora rovesciamo le parti. Fai un altro giro su 20lines, dai un occhio alle storie in corso. Ti piacerebbe continuare proprio quella che ti piace tanto? Certo che puoi farlo. A patto che le tue venti righe piacciano e siano le più votate dalla comunità.
Aspiranti scrittori ce ne sono tanti, ma non mancano autori affermati con tanta voglia di sperimentare. Uno su tutti, Giorgio Faletti, che ha dato inizio così a “Ogni luna ha due facce”:
“Io sono blu.  A prima vista può apparire singolare, ma in effetti non è del tutto esatto. Nel posto da cui vengo tutti sono così.”
Voglia di metterci le mani e scrivere come andrà a finire? Niente timori reverenziali, anche i big sono qui per mettersi in gioco. Fagli vedere chi sei!

 

 

Martedì, 20 Agosto 2013 | di @Carmine De Vita

Lasciaun commento

 

Ultimi Commenti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)