Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Errore
  • JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 69

BookSprint Edizioni Blog

29 Mar
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ebook, dove se ne acquistano di più?

Ebook, dove se ne acquistano di più? © ecco

Che gli ebook stiano conquistando una fetta sempre più grande del mercato editoriale è ormai una certezza. A testimoniarlo i numeri delle vendite dei libri online che, anno dopo anno, fanno registrare un incremento, in alcuni casi anche considerevole. In cima alla classifica dei paesi in cui i libri elettronici hanno avuto, e continuano ad avere, un grande successo non possono che esserci gli Stati Uniti.

È proprio negli Stati Uniti, infatti, che è esploso il fenomeno della vendita dei libri online e da allora ne sono stati venduti migliaia e migliaia di copie. La vendita degli e book raggiunge il 30% dell’intero mercato statunitense e sono in molti a preferirli ai libri cartacei, perché facilmente trasportabili e più facili da leggere, anche quando si viaggia sui mezzi pubblici.
A seguire nella classifica dei paesi in cui gli ebook hanno trovato più estimatori c’è il vecchio continente, seppur con delle differenze tra stato e stato. I più affezionati al nuovo metodo di lettura sono gli inglesi. Nel Regno Unito, infatti, la vendita dei libri online si attesta al 20% ed è cresciuta negli ultimi due anni. A seguire Spagna, Germania e Francia, dove i lettori di e book sono il 7%. La Francia, è da dire, è stata più restia al cambiamento perché, fino a non molto tempo fa, contava ancora tremila librerie indipendenti che vendevano libri tradizionali.
In Italia, invece, negli ultimi due anni, i lettori di ebook sono aumentati e la vendita dei libri acquistabili su internet ha in parte anche risollevato l’intero mercato editoriale italiano.
Se, dunque, americani ed europei dimostrano di apprezzare i libri elettronici e di non sentire poi tanto la mancanza di sfogliare i vecchi libri cartacei, non si può dire la stessa cosa dei giapponesi.
In Giappone, infatti, il mercato editoriale sembra non seguire la tendenza di questi ultimi anni in fatto di libri, tanto che ben il 72% dei giapponesi alla domanda se hanno mai letto un e book ha risposto di no aggiungendo che non lo farà nemmeno nel prossimo futuro perché non ne ha alcuna curiosità. Un dato questo che lascia stupefatti. Il paese che siamo abituati a conoscere per essere uno dei più all’avanguardia in fatto di tecnologia, che è applicata ad ogni aspetto della vita quotidiana, nella lettura è invece molto tradizionalista.
I giapponesi, infatti, ai nuovi e-reader preferiscono i vecchi tomi di carta, alle pagine virtuali, da sfogliare con un semplice tocco delle dita, la carta da cui sentire l’odore dell’inchiostro. Soltanto l’8% della popolazione giapponese, infatti, ha scaricato un libro digitale e questo dato incide sul mercato elettronico che dispone di soli 40mila titoli.

 

Venerdì, 29 Marzo 2013 | di @

Lasciaun commento

 

Ultimi Commenti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)