Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

26 Nov
Vota questo articolo
(0 Voti)

Intervista all'autore - Lusyana Loprino

Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittore?
Vengo da Bari, da una sua piccola periferia. In realtà scrivo da sempre, da quando ero poco più di una bambina. Scrivere significava esprimere me stessa ed entrare in un'altra realtà. Poi è nata la passione per la lettura e in particolare dei romanzi fantasy (come Harry Potter). Leggendo tanto, quasi per caso, ho accumulato idee e pensieri che ho iniziato a trascrivere.
 
Nell’arco della giornata qual è il momento che dedica alla scrittura?
Scuola a parte, dedico molto tempo della giornata alla scrittura, soprattutto in momenti in cui trovo particolari ispirazioni.
 
Il suo autore contemporaneo preferito?
In assoluto J.K. Rowling, ma leggo con piacere anche i romanzi di Rick Riodran, Madeline Miller e Leigh Bardugo.
 
Perché è nata la sua opera?
In realtà, non c'è un perché specifico, ma probabilmente il periodo di pandemia mi ha portata ad entrare in una realtà parallela, in un mondo tutto mio dove poter esprimere le mie emozioni.
 
Quanto ha influito nella sua formazione letteraria il contesto sociale nel quale vive o ha vissuto?
Ho iniziato ad appassionarmi alla lettura quando ho iniziato a frequentare la scuola media. Ľinput principale me l’ha dato il mio professore di italiano e grazie a lui ho iniziato a frequentare assiduamente la biblioteca scolastica.
 
Scrivere è una evasione dalla realtà o un modo per raccontare la realtà?
Nel mio caso è un modo per evadere dalla realtà, in futuro magari potrei prendere spunto da essa.
 
Quanto di lei c’è in ciò che ha scritto?
Tanto, veramente tanto. Ritengo che, alla mia età, si debba vivere tralasciando quello che è la vita reale.
 
C’è qualcuno che si è rivelato fondamentale per la stesura della sua opera?
Sì, se non fosse stato per le mie due migliori amiche probabilmente non sarei andata avanti e non avrei continuato la stesura del testo.
 
A chi ha fatto leggere per primo il romanzo?
Le mie amiche sono state le prime a prendere visione del romanzo con tanto stupore al punto che, dopo la lettura di ogni capitolo, mi pregavano di continuare a scrivere e di farlo quanto prima.
 
Secondo lei il futuro della scrittura è l’ebook?
Partendo dal fatto che, oltre a essere una scrittrice, sono una lettrice accanita, preferisco sfogliare un libro e "perdermi" tra quelle pagine.
 
Cosa ne pensa della nuova frontiera rappresentata dall’audiolibro?
Ritengo che audiolibro possa rivelarsi essenziale in determinate circostanze ma non lo vedo come sostituzione totale del libro cartaceo.

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 


Lasciaun commento

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)