Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

21 Ago
Vota questo articolo
(0 Voti)

Intervista all'autore - Alessia Chiozzi

1. Che cos’è per Lei scrivere, quali emozioni prova?
Per me scrivere significa emozionarmi, significa sorridere ed attendere con ansia il momento in cui potrò dedicarmi al mio testo. A me piace molto quando inizio a scrivere e le parole vengono da sé senza pensarci troppo e mi ritrovo appassionata ed estraniata da tutto ciò che mi circonda in pochi minuti.
 
2. Quanto della sua vita reale è presente in questo libro?
In questo libro probabilmente ritrovo alcuni aspetti del carattere del protagonista simili ai miei, eventuali riflessioni e considerazioni che mi appartengono.
Per il resto quindi personaggi e situazioni sono frutto della mia fantasia.
 
3. Riassuma in poche parole cosa ha significato per Lei scrivere quest’opera.
Per me scrivere quest'opera ha significato dar vita al classico sogno nel cassetto, la passione che da sempre mi caratterizza per i gialli mi ha portato a pensare di realizzare un testo tutto mio con personaggi che ho ricavato dalla mia immaginazione. Vedere il mio nome sulla copertina di un libro ha generato una grossa soddisfazione personale, il raggiungimento di un altro obiettivo.
 
4. La scelta del titolo è stata semplice o ha combattuto con se stesso per deciderlo tra varie alternative?
La scelta del titolo è stata un po' combattuta fino a quando ho optato per quello che ho ritenuto più semplice ma immediato.
 
5. In un’ipotetica isola deserta, quale libro vorrebbe con sé? O quale scrittore? Perché?
In un'ipotetica isola deserta mi porterei diversi libri gialli, quando li acquisto mi piace sceglierli sul momento, guardare la copertina e leggere le trame, quindi ho qualche scrittore preferito ma in genere decido il tipo di lettura sul momento
 
6. Ebook o cartaceo?
Assolutamente cartaceo
 
7. Quando e perché ha deciso di intraprendere la carriera di scrittore?
Ho deciso di iniziare a scrivere in un momento in cui avevo raggiunto un obiettivo lavorativo, nutrivo quindi la necessità di avere atri stimoli e visto che è da molto tempo che desideravo scrivere ho iniziato di getto senza pensarci a cercare di realizzare anche questo sogno.
 
8. Come nasce l’idea di questo libro? Ci racconterebbe un aneddoto legato alla scrittura di questo romanzo?
L'idea della trama è nata spontaneamente e ha subito diverse modifiche durante la stesura. Il primo giorno che ho iniziato avendo finito di lavorare ero in attesa di andare a prendere i figli a scuola e nel mentre quando ho deciso di iniziare a scrivere, poi vedendo che la cosa mi appassionava ho continuato fino a terminare.
 
9. Cosa si prova a vedere il proprio lavoro prendere corpo e diventare un libro?
Vedendo il libro finito e stampato ho provato una grande sensazione di soddisfazione, il fatto di essere riuscita a pubblicarlo mi sta rendendo orgogliosa.
 
10. Chi è stata la prima persona che ha letto il suo libro?
La prima persona che ha letto il libro è stato mio marito che sinceramente non è un lettore accanito ma proprio per questo il fatto che abbia apprezzato mi ha spinto ancora più a provare a pubblicarlo.
 
11. Cosa ne pensa della nuova frontiera rappresentata dall’audiolibro?
Premetto che in assoluto preferisco i libri cartacei, nulla può sostituire il profumo delle librerie e della carta stessa credo comunque che qualunque strumento utile alla lettura possa essere di stimolo alla lettura/ascolto di storie, romanzi e qualunque genere di pubblicazione.
 
 
 
 

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 


Lasciaun commento

 

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)