Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

28 Apr
Vota questo articolo
(7 Voti)

Intervista all'autore - Claudia Romano

1. Che cos’è per Lei scrivere, quali emozioni prova?
Mi sento libera dato che sono una persona molto riservata. Riesco infatti con la scrittura ad esprimere al meglio il mio stato d'animo, le mie emozioni, sentimenti, paure, sogni.
 
2. Quanto della sua vita reale è presente in questo libro?
Il 90%.
 
3. Riassuma in poche parole cosa ha significato per Lei scrivere quest’opera.
Quest'opera ha significato manifestare il mio stato d'animo sicuramente molto comune ad alcune giovani di oggi o trentenni di qualche decennio fa', le cui emozioni, esperienze di vita rimangono nascoste a causa della vita frenetica di ogni giorno. In quest'opera voglio rappresentare le ultime generazioni di giovani trentenni che si scontrano con una realtà di vita non sempre facile, sogni non realizzati o realizzati a metà, delusioni amorose, incomprensioni, dubbi, incertezze e attese e speranze di un futuro.
 
4. La scelta del titolo è stata semplice o ha combattuto con se stesso per deciderlo tra varie alternative?
Il titolo originale era "Battiti" (di cui fa parte una mia poesia) ed ero sicura e molto soddisfatta della mia scelta. Mi sono però accorta che questo titolo era già stato usato da un altro autore, poi avevo pensato "Tra realtà e sogno" (di cui fa parte una sezione delle mie poesie) ma anche questo titolo era già in uso, infine "Lo scrigno dei ricordi" anche questo già esistente, per cui ho dovuto optare per "Oltre i confini dell'essere".
 
5. In un’ipotetica isola deserta, quale libro vorrebbe con sé? O quale scrittore? Perché?
Romano Battaglia.
Era un grande scrittore e giornalista, lo stimavo tanto fin da piccola, era molto romantico, sensibile nel raccontare le varie sfumature dei personaggi dei suoi romanzi. Toccava il cuore delle persone, un autore che dava tanta serenità anche per l'amore che nutriva per la natura e per la sua bellissima terra: la Versilia, posto incantevole dove io ho vissuto qualche anno della mia vita.
 
6. Ebook o cartaceo?
Cartaceo perche si può riflettere più a lungo, guardare, rileggere alcuni passi che ci sono piaciuti di più.
 
7. Quando e perché ha deciso di intraprendere la carriera di scrittore?
Fin da bambina scrivevo poesie, racconti, canzoni. Ho anche scritto parecchi anni fa un libro mai pubblicato. Il mio stato d'animo mi porta a scrivere per tirar fuori tutto quello che ho dentro: gioie e dolori, emozioni, paure, desideri, sogni come del resto molti giovani e meno giovani hanno. Scrivere per me è una grossa realizzazione personale.
 
8. Come nasce l’idea di questo libro? Ci racconterebbe un aneddoto legato alla scrittura di questo romanzo?
Questo libro nasce nel 2002, quando appena trentenne ho dovuto affrontare le paure, i timori, le ansie di una ragazza non più ventenne ma con delle responsabilità da assumere ed è per questo che mi sono riconosciuta con la generazione dell"Ultimo bacio" di Gabriele Muccino, il tempo che passa e tante cose da realizzare in fretta, un pò come lo stato d'animo dei giovani di questi ultimi tempi.
 
9. Cosa si prova a vedere il proprio lavoro prendere corpo e diventare un libro?
Credo sia un'esperienza bellissima, entusiasmante e gratificante.
 
10. Chi è stata la prima persona che ha letto il suo libro?
Mia madre, anche lei ogni tanto scrive.
 
11. Cosa ne pensa della nuova frontiera rappresentata dall’audiolibro?
Penso sia una bellissima idea innovativa, pratica per tutti, sopratutto per i più giovani. Insomma un passo avanti della nuova tecnologia.
 
 

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 

Martedì, 28 Aprile 2020 | di @BookSprint Edizioni

1 COMMENTO

  • Link al commento Denis inviato da Denis

    Molto bello il libro!
    Mi è piaciuto nonostante ci siano storie tristi/nostalgiche perché traspare il desiderio di infinito, desiderio di qualcosa di grande e di bello, desiderio di libertà, di felicità che va oltre la nostra natura e ci spinge a guardare avanti, a sperare sempre in bene e ad amare la vita nonostante tutto.

    Sabato, 30 Maggio 2020 20:36

Lasciaun commento

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)