Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

03 Lug
Vota questo articolo
(0 Voti)

Intervista all'autore - Davide Dell'Oro

1. Che cos’è per Lei scrivere, quali emozioni prova?
Scrivere è per me una fuga dalla realtà che trovo divertente e al tempo stesso rilassante.
É un’attività che mi permette di fuggire per un breve periodo dalla vita di tutti i giorni, come avviene leggendo, ma la sostanziale differenza è che scrivendo posso creare ed immaginare una miriade di situazioni differenti.
Direi che è emozionante poiché sono molteplici le emozioni che mi hanno accompagnato durante la stesura del libro.
 
2. Quanto della sua vita reale è presente in questo libro?
In realtà varie cose, la parte preponderante forse sono alcune mie conoscenze a cui mi sono ispirato per i caratteri ed alcuni aspetti fisici dei personaggi.
Anche per quanto riguarda luoghi e taluni paesaggi mi sono ispirato a posti in cui sono stato nei vari viaggi.
 
3. Riassuma in poche parole cosa ha significato per Lei scrivere quest’opera.
Scrivere quest'opera ha significato mettermi in gioco e completare un grande obiettivo, soprattutto per la difficoltà nel riuscire a trovare il tempo necessario per scrivere e per effettuare le varie ricerche dati i diversi impegni a cui ognuno di noi è sottoposto.
 
4. La scelta del titolo è stata semplice o ha combattuto con se stesso per deciderlo tra varie alternative?
La scelta del titolo è forse stata la più difficoltosa, ed ancora adesso non ne sono pienamente convinto. Ma ho scoperto che la scelta di inserire una sigla nel titolo incuriosisce abbastanza.
 
5. In un’ipotetica isola deserta, quale libro vorrebbe con sé? O quale scrittore? Perché?
L'opera completa di Sherlock Holmes accompagnata dal suo autore Sir A. Conan Doyle, perché mi pacerebbe rituffarmi in quella lettura e poter chiedere direttamente al suo autore.
 
6. Ebook o cartaceo?
Per me è cartaceo, per tutte le sensazioni che il libro cartaceo può offrire, mi rendo conto che comunque in quest'epoca di tecnologia l'Ebook sia innegabilmente utile e comodo in quanto occupa il minimo spazio e vi è la possibilità di avere tra le mani moltissimi libri. Ma nonostante queste qualità continuo a preferire leggere il cartaceo anche solo per la soddisfazione di girare pagina.
 
7. Quando e perché ha deciso di intraprendere la carriera di scrittore?
In realtà non ho mai deciso di intraprendere l'attività di scrittore, mi sono ritrovato con un’idea per la testa e senza rendermene conto stavo già scrivendo. Ora posso dire che è stata una delle migliori sensazioni che abbia mai provato.
 
8. Come nasce l’idea di questo libro? Ci racconterebbe un aneddoto legato alla scrittura di questo romanzo?
L'idea di questo libro nasce una mattina di qualche anno fa, a causa di uno strano sogno molto offuscato, durante tutta la giornata non riuscivo a togliermi il pensiero di quegli strani paesaggi non molto chiari finché non mi sono ritrovato con carta e pena in mano a scrivere quello che riuscivo a ricordare; da lì in poi è stato un susseguirsi di nuove idee.
 
9. Cosa si prova a vedere il proprio lavoro prendere corpo e diventare un libro?
È il completamento di una sfida ed una grande emozione, vederlo prendere forma nonostante le difficoltà e sentirsi soddisfatti di sé ad opera conclusa.
 
10. Chi è stata la prima persona che ha letto il suo libro?
Mio padre cha ha letto la prima stesura dell'opera completa in meno di tre giorni e ne è rimasto entusiasta ed un carissimo amico che è stato un appoggio durante la stesura nonché un valido suggeritore per completare alcune parti ma soprattutto mi ha fornito molte critiche costruttive.
 
11. Cosa ne pensa della nuova frontiera rappresentata dall’audiolibro?
Non ne faccio uso, ma credo sia un valido aiuto per i non vedenti e per coloro che non hanno la possibilità di leggere a causa di problemi alla vista.
 
 

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 




Lasciaun commento

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)