Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

09 Mag
Vota questo articolo
(0 Voti)

Intervista all'autore - Guglielmo Mapri

1. Che cos’è per Lei scrivere, quali emozioni prova?
Scrivere è una delle cose che riesco a fare meglio. Mi piace farlo, mi fa stare bene, ma non sono un grafomane.
 
2. Quanto della sua vita reale è presente in questo libro?
Non molto, giusto qualche dettaglio e qualche ambientazione. Per esempio: nel romanzo si parla di un bar di Liegi. Ci sono stato e si trova nel quartiere di Outremeuse, dove Simenon ha trascorso l'infanzia. Oppure, la chiesa bianca che sembra un'astronave è la chiesa di Sant'Adele, tra Corsico e Buccinasco, e ultimamente ci passo spesso davanti.
 
3. Riassuma in poche parole cosa ha significato per Lei scrivere quest’opera.
Scrivere questo libro è stato come far conoscere due persone diametralmente opposte e dopo qualche tempo ricevere l'invito al battesimo di loro figlio.
 
4. La scelta del titolo è stata semplice o ha combattuto con se stesso per deciderlo tra varie alternative?
Il titolo mi è venuto quasi subito.
 
5. In un’ipotetica isola deserta, quale libro vorrebbe con sé? O quale scrittore? Perché?
Credo che porterei "Trilogia della città di K" perché è il libro più bello che abbia mai letto. In una prima stesura, in questo romanzo lo avevo persino citato.
 
6. Ebook o cartaceo?
Il supporto è indifferente. Vittorio Buttafava diceva che la Divina Commedia sulla carta del prosciutto rimarrebbe sempre la Divina Commedia (forse non era la Divina Commedia, forse era un altro capolavoro, non ricordo, ma il senso non cambia).
 
7. Quando e perché ha deciso di intraprendere la carriera di scrittore?
Per adesso scrivo, ma non sono ancora uno scrittore. Spero di diventarlo, non lo nascondo.
 
8. Come nasce l’idea di questo libro? Ci racconterebbe un aneddoto legato alla scrittura di questo romanzo?
Questo libro parla di una distopia e di un'utopia, ma è anche un'ucronia. Tutti temi che mi interessano. E poi, mi piacciono i gufi e i Paesi monarchici, come il Belgio e il Lussemburgo.
Aneddoti legati alla scrittura di questo romanzo? Nessuno in particolare.
 
9. Cosa si prova a vedere il proprio lavoro prendere corpo e diventare un libro?
Fa molto piacere, ci si sente gratificati.
 
10. Chi è stata la prima persona che ha letto il suo libro?
Questo dovrei chiederlo io a voi, visto che sono stati i vostri redattori. Questo per quanto concerne il libro nella sua interezza, mentre la parte iniziale, il prologo, è stato letto da diverse persone. Non ricordo chi sia stata la prima persona a leggere la storia del gufo Ansperto, ma ricordo che è piaciuta a uno scrittore, Kujtim M. Hoxha, con cui ho collaborato.
 
11. Cosa ne pensa della nuova frontiera rappresentata dall’audiolibro?
Sono favorevole per due motivi:
1) Si dà la possibilità di beneficiare di un libro anche a persone che, per problemi agli occhi, fanno fatica a leggere o addirittura non possono farlo, come chi soffre di cataratta.
2) Si può passeggiare ascoltando un libro ed è un modo alternativo di conoscerne il contenuto. Inoltre, non occorre scegliere tra leggere e andare a spasso.
 

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 

Mercoledì, 09 Maggio 2018 | di @BookSprint Edizioni

Lasciaun commento

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)