Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

26 Lug
Vota questo articolo
(0 Voti)

Intervista all'autore - Barbara Beffasti

1. Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittore?

Sono una pittrice, nata a Milano e ho fatto studi artistici. Sono sempre stata attratta dai libri e dalla scrittura. Scrivo come terapia e per esprimere la mia fantasia, estraniarmi dal mondo quotidiano, spesso monotono, per vivere tante vite e non solo una. Ho deciso di diventare scrittrice nel 2006, con il mio primo libro "La mia vita è l' arte"; sentivo il bisogno di fare il punto della situazione riguardo alla mia arte, un percorso di conoscenza profonda per dare un senso alla mia vita. In seguito ho continuato a scrivere in maniera onirica e sperimentale del mio mondo interiore.



2. Nell’arco della giornata qual è il momento che dedica alla scrittura?

Ogni momento è buono...



3. Il suo autore contemporaneo preferito?

Nicolai Lilin... ma sono molto legata a scrittori come Henry Miller, Anais Nin, Charles Bukowski, Jonh Fante.



4. Perché è nata la sua opera?

Sentivo il bisogno di registrare le mille sfaccettature delle mie visioni, per non essere ancorata alla vita quotidiana, per indagare con l' occhio interiore, non accontentandomi dell' aspra superficie data dall' esperienza reale. È stato l' amore a farlo accadere, amore per la conoscenza.



5. Quanto ha influito nella sua formazione letteraria il contesto sociale nel quale vive o ha vissuto?

Ha molto influito il contesto familiare e sociale.



6. Scrivere è una evasione dalla realtà o un modo per raccontare la realtà?

Scrivere è tutte e due! Metto nei miei scritti qualcosa di mio ma lo trasformo in simboli e sogni, tra fantasia e realtà.



7. Quanto di lei c’è in ciò che ha scritto?

Una minima parte, è tutto trasformato dall' occhio interiore. Scrivo di getto e non tolgo niente di ciò che sento e vivo, comprese le fantasie.



8. C’è qualcuno che si è rilevato fondamentale per la stesura della sua opera?

Alcuni personaggi bizzarri incontrati nel corso della mia vita.



9. A chi ha fatto leggere per primo il romanzo?

A mia madre.



10. Secondo lei il futuro della scrittura è l’e-book?

Sì, anche se amo molto il libro cartaceo.



11. Cosa ne pensa della nuova frontiera rappresentata dall’audiolibro?

Penso che possa essere una risorsa interessante per chi ha poco tempo libero.

  

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 

Martedì, 26 Luglio 2016 | di @BookSprint Edizioni

Lasciaun commento

 

Ultimi Commenti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)