Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

15 Dic
Vota questo articolo
(0 Voti)

Intervista all'autore - Maria Amabile

1. Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittore?

Sono nata a S.Arsenio(SA). Mi sono laureata in lingua Inglese all'Istituto Universitario Orientale di Napoli. Ho insegnato nelle scuole superiori di primo grado. Sono in pensione da tre anni. Ho iniziato a scrivere dopo l'università e ho scritto quasi sempre in Inglese poichè amo questa lingua anglosassone. Ho scritto questo libro, ricordando i racconti che i miei genitori erano soliti raccontare nelle serate invernali vicino al fuoco. Tramite internet ho trovato l'offerta speciale di BookSprint e ho inviato la prima stesura senza esitare. E' stato una piacevole sorpresa vedere il mio nome e cognome sulla copertina del mio libro come autore.



2. Nell’arco della giornata qual è il momento che dedica alla scrittura?

Quando insegnavo la notte era il momento ideale. Ora che sono in pensione la mattina e parte del pomeriggio.



3. Il suo autore contemporaneo preferito?

Danielle Steel.



4. Perché è nata la sua opera?

Da piccola mi piaceva ascoltare i grandi raccontare di streghe, briganti e proprietari terrieri dove leggende e realtà si intrecciavano in un modo meraviglioso. La mia mente ha immagazzinato tutto di quei racconti come si comporta il computer oggi e a distanza di tempo l' ho trascritto per condividerlo con gli altri.



5. Quanto ha influito nella sua formazione letteraria il contesto sociale nel quale vive o ha vissuto?

Il contesto sociale mi ha dato la spinta per migliorare la mia formazione letteraria.



6. Scrivere è una evasione dalla realtà o un modo per raccontare la realtà?

E' difficile tracciare un limite tra realtà e fantasia. In ogni romanzo che ho scritto le due cose si intrecciano e a volte si fondono.



7. Quanto di lei c’è in ciò che ha scritto?

La mia fanciullezza e la mia fantasia.



8. C’è qualcuno che si è rilevato fondamentale per la stesura della sua opera?

I miei genitori. Ogni sera raccontavano fatti accaduti nelle loro giovane età e alimentavano la mia fantasia.



9. A chi ha fatto leggere per primo il romanzo?

Alla mia sorella gemella.



10. Secondo lei il futuro della scrittura è l’ebook?

Credo di sì. Però voglio raccontare ciò che è accaduto con i miei alunni. Ad alcuni non piaceva leggere ed io ho portato in classe dei miei racconti in inglese. Ho detto loro: "Toccateli, baciateli come fate con i vostri amici." A poco, a poco hanno incominciato a sfogliarli soffermandosi sulle figure e leggendo le battute dei personaggi che erano evidenziate dai colori. La curiosità li ha spinti a leggerli e considerare quei fogli loro amici. Non so se un ebook può essere utilizzato per lo stesso scopo anche perché non conosco bene questa scatola magica.



11. Cosa ne pensa della nuova frontiera rappresentata dall’audiolibro?

Tutto di bene, specialmente se il libro è letto da persone che con espressione e tono corretti sanno creare l'atmosfera giusta. Già ho sperimentato l'audio con la "talking letter". Ho iniziato una corrispondenza epistolare in inglese con persone straniere quando non c'era il computer ed ho suggerito di incidere su una cassetta le notizie che volevamo trasmetterci. E' stato emozionante sentire la voce, il tono , l'emozione e i rumori della casa che facevano da sottofondo.  

 

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 

Lunedì, 15 Dicembre 2014 | di @BookSprint Edizioni

Articoli correlati (da tag)

Lasciaun commento

 

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)