Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

04 Feb
Vota questo articolo
(0 Voti)

"In assenza di parole” di Irma Kurti, finalista Casa Sanremo Writers 2019

Poetessa e scrittrice di origine albanese, ha pubblicato diversi libri oltre che nella sua lingua madre, in italiano e in inglese. Stiamo parlando di Irma Kurti, finalista dell'edizione 2019 di Casa Sanremo Writers, il concorso letterario associato all'evento canoro più famoso d'Italia. In corsa, per il titolo finale, il suo ultimo romanzo, "In assenza di parole" (Casa Editrice Kimerik). 247 pagine delicate che danno forma ad un romanzo di nostalgia e di ricordi i quali affiorano dal passato e ci restituiscono vite ed emozioni di una terra, l’Albania, lasciata per venire in Italia, ma sempre viva nel cuore dei protagonisti.
La trama. Protagonista è una famiglia di tre figlie: Emma, Ines e Keila, tre donne con caratteri e destini diversi che avranno con la nuova realtà italiana approcci differenti, un incontro di culture che arricchirà le loro esistenze.
I loro genitori, il padre Sotir e la madre Luisa appartengono ad una generazione diversa e per loro sarà un incontro più problematico. Sarà un evento tragico, l’ictus che colpisce Sotir, a cambiare il corso delle loro vite e a portare Luisa a compiere un’autocritica sul suo rapporto con il marito, mai fino ad allora compreso veramente fino in fondo, forse anche per il suo carattere riservato e silenzioso.
La scoperta di un diario scritto dal marito sarà l’occasione per ricomporre i frammenti di una vita sconosciuta che pian piano emergerà attraverso pagine e parole che racchiudono emozioni e sofferenze. I fantasmi di un lontano passato torneranno ad abitare un presente minacciato dalla malattia, ma saranno proprio le ore e i giorni trascorsi al capezzale del marito malato che daranno a Luisa la consapevolezza di un nuovo inizio e l’orgoglio di avere un marito che ha saputo perdonare a distanza di decenni colui che era stato il suo aguzzino in tenera età.
 
Irma Kurti sin da piccola ha scritto poesie. Ha vinto numerosi premi e riconoscimenti letterari in Italia e nella Svizzera italiana.
Nel 1980 viene omaggiata con il primo premio nazionale in occasione del 35° anniversario della rivista “Pionieri”. Nel 1989 ottiene il secondo premio al Concorso Nazionale organizzato da Radio Tirana in occasione del 45° anniversario della liberazione dell’Albania. Le è stato inoltre conferito il Premio Internazionale “Universum Donna” IX Edizione – 2013 per la Letteratura e la nomina a vita di “Ambasciatrice di Pace” dall’Università della Pace della Svizzera Italiana.
 
Lunedì, 04 Febbraio 2019 | di @BookSprint Edizioni

Lasciaun commento

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicitĂ .
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)