Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

11 Nov
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ci vediamo all'inferno

Mattia ed Arianna, due amici virtuali, i problemi dell'adolescenza, una canzone in comune con un appuntamento di quelli che fanno tremare. Tutto questo è "Ci vediamo all'inferno – Jack e Sally", il nuovo romanzo di Arianna Nese. L'opera, pubblicata per i tipi di BookSprint Edizioni e disponibile nel classico formato della brochure cartacea, indaga la mente umana negli anni difficile della crescita giovanile, scoprendo anche il lato oscuro che c'è dietro le relazioni umane e quelle elettroniche.

La trama. Mattia ed Arianna hanno una vita sociale molto difficile e "affogano" i loro problemi nel gruppo di amici virtuali conosciuti su Internet. Ognuno ha un problema che non riesce a risolvere. Ad esempio Mattia, lasciato solo a crescere con la madre da un padre che se n'è andato quando ancora non era nato, fa il bullo per nascondere le due debolezze, le sue ferite. Per questo la sua vera natura, e quella dei suoi compagni, viene fuori proprio la sera, quando tutti si ritrovano davanti ad una tastiera, non sapendo realmente però chi c'è dall'altra parte. C'è chi è autolesionista, chi si rifugia nel cibo, chi nella droga, chi nel sesso sfrenato e senza controllo.

Riusciranno a trovare la forza per emergere dalla loro triste situazione? O finiranno per lasciarsi andare? Il libro scorre via attraverso la costante lotta tra il dolore delle ferite mai rimarginate dell'anima e la voglia di ricercare la felicità tanto agognata. 88 pagine di ragionamenti, pensieri, esternazioni che fanno emergere senza fronzoli una verità nuda e cruda dell'adolescenza, tipica di quei giovani che vivono situazioni ai margini, borderline.

Nata a Salento, in provincia di Salerno, nel 2001, Arianna Nese è la giovanissima autrice di "Ci vediamo all'infermo". Amante della letteratura, in questo suo secondo romanzo, che segue "L'angelo che diventò un diavolo" (112 pagine firmate sempre BookSprint nel 2015), si nota immediatamente uno stile più cresciuto, maturo. Il lessico è sempre semplice, giovanile, vero, proprio perché la scrittrice non vuole perdersi in ghirigori artistici, ma preferisce puntare diritta al sodo, al concreto. E non possiamo che appoggiare la sua scelta, vista la qualità complessiva dell'opera, che siamo sicuri sarà apprezzata anche da un pubblico adulto. 

 

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 

Venerdì, 11 Novembre 2016 | di @BookSprint Edizioni

Lasciaun commento

 

Ultimi Commenti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)